Assistenza domiciliare anziani

Ultimo aggiornamento

Ultimo aggiornamento Giovedì, 6 Dicembre, 2018 - 16:57

Servizio di assistenza domiciliare anziani

CHE COS’E’

Il servizio di assistenza domiciliare          (S.A.D.) è rivolto universalmente a tutte le persone   residenti in uno dei Comuni della Zona Livornese (Livorno Collesalvetti Capraia), ai domiciliati, e alle persone di passaggio in situazione di emergenza, in quest'ultimo caso, solo con interventi di tipo straordinario (con un pacchetto di 24/48 ore totali). L’erogazione avviene  tenendo conto delle risorse finanziarie annualmente disponibili nonché della compartecipazione degli utenti al costo delle prestazioni.

 

CHE COSA OFFRE 

 Interventi socio assistenziali: 

  • Cura dell’igiene e  assistenza diretta alla persona
  • Preparazione del  vitto e somministrazione  dei pasti
  • Accompagnamento per attività e relazioni esterne al domicilio 

Interventi di assistenza generica: 

  • Pulizia ordinaria dell’ambiente domestico
  • Approvvigionamento di generi  alimentari in caso di impossibilità propria o familiare
  • Accompagnamento per attività e relazioni esterne al domicilio 

 

DOVE E QUANDO 

Il  servizio viene effettuato nell’ambito territoriale del Comune di residenza presso: 

  • il domicilio dell’utente;
  • altri recapiti, secondo il piano predisposto dal Servizio Sociale territoriale.

Il servizio viene svolto, di norma, dalle ore 8  alle ore 20 di tutti i giorni feriali, dal lunedì al venerdì e il sabato mattina dalle ore 8 alle ore 14,00. Sono limitati a  casi particolarmente  complessi gli interventi domiciliari del sabato pomeriggio e dei pomeriggi prefestivi in genere.

 

 A CHI SI RIVOLGE

 Il servizio si rivolge ai cittadini  a partire dal compimento del 65° anno di età che si trovano in una  situazione di non autosufficienza,  per i quali la competente   (U.V.M.) abbia predisposto apposito Progetto Assistenziale Personalizzato (P.A.P.)

 

 COSTI                            

 

Il  S.A.D. si configura come una prestazione sociale agevolata. Il S.A.D. prevede una compartecipazione alla spesa da parte dell'utente o della famiglia il cui importo è determinato in relazione all'ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) calcolato secondo le norme del DPCM. 159/2013.

La quota di compartecipazione dell'utente è calcolata sulla base dell'ISEE ed è stabilita periodicamente dagli organi competenti.
L'ISEE andrà presentato prima dell'attivazione del servizio e dovrà essere ripresentato secondo i tempi stabiliti dalla normativa  di riferimento.

 In assenza della presentazione dell’ISEE - in sede di prima attivazione del servizio o in caso di rinnovo della certificazione a scadenza - dopo un mese dalla richiesta all’utente senza che questi o il suo caregiver abbiano provveduto, sarà applicata la tariffa massima.

Il pagamento della prestazione di ciascun mese deve avvenire entro 30 giorni dalla data di ricevimento dell’apposito bollettino/fatturazione da parte dell’utente.

Scaduti due mesi senza che l’utente abbia provveduto, l’Ufficio procederà al sollecito di pagamento assegnando un termine di regolarizzazione di massimo 30 giorni, scaduti i quali il servizio sarà sospeso sino alla regolarizzazione della situazione.

E’ possibile prescindere dalla presentazione dell’ISEE nei casi di urgente attivazione del servizio.  Resta inteso  che la certificazione ISEE dovrà essere comunque presentata entro 1 mese dall’attivazione dell’intervento, in assenza sarà richiesto  il pagamento della tariffa oraria  massima prevista.

 

ORE EROGATE 

Il numero delle ore settimanali erogabili varia in relazione alla gravità socio sanitaria dell’anziano (isogravità) valutata dalla competente  Unità di Valutazione Multidimensionale (U.V.M.) che si riunisce appositamente per la valutazione del bisogno dell’anziano.

 

COME SI ACCEDE

Il diretto interessato, i componenti della famiglia anche non conviventi che si fanno carico dell’anziano, il tutore o curatore e comunque qualsiasi soggetto che con l’anziano abbia rapporti di cura (caregiver), possono rivolgersi al Punto Unico di Accesso (PUNTO INSIEME) per acquisire informazioni e richiedere la valutazione del bisogno di cura dell’anziano.

Gli operatori del Punto Insieme valutano la complessità del bisogno. Nel caso di bisogno complesso viene attivato il percorso assistenziale aprendo apposita cartella personale, acquisendo e trasmettendo all’U.V.M. la documentazione necessaria per la predisposizione di un  Progetto Assistenziale Personalizzato (P.A.P.) secondo le modalità di valutazione multidimensionale stabilite dalla Regione Toscana.

Il  P.A.P.    viene sottoscritto o dall’anziano o dal suo dal care-giver, con l’impegno affinchè il  progetto venga realizzato pienamente ed ha valenza massima annuale. Il rinnovo del progetto è subordinato ad una nuova valutazione da parte dell’U.V.M. Qualora le risorse non consentano una attivazione immediata gli utenti saranno collocati in lista di attesa in base al punteggio di isogravità, data di nascita e data di predisposizione del PAP. Insieme al PAP andrà sottoscritta anche l’accettazione della compartecipazione al costo del servizio calcolata sulla base dell’ISEE di prestazione dell’utente in corso di validità.

Qualora gli operatori del PUNTO INSIEME rilevino che il bisogno dell’anziano non è di tipo complesso, la cartella personale dell’anziano viene trasmessa al Servizio Sociale dell’area della fragilità per l’attivazione dei servizi relativi (vedere link “Sorveglianza Attiva Anziani Fragili”).

 

 TEMPI DI ATTIVAZIONE 

I tempi di attivazione dipendono dalla disponibilità di risorse appositamente dedicate e pertanto non sono quantificabili a priori. In caso di disponibilità immediata di risorse il servizio verrà richiesto al gestore entro 48 ore dal ricevimento del consenso firmato alla compartecipazione al costo del servizio e dal ricevimento dell'ISEE in corso di validità.

Nella costanza dell'assegnazione da parte della Regione Toscana del fondo per la non autosufficienza finalizzato alla copertura finanziaria del servizio di assistenza domiciliare per gli anziani non autosufficienti (bisogno complesso) per i quali la competente U.V.M. abbia predisposto apposito P.A.P., il servizio sarà attivato entro 60 giorni dalla data della predisposizione del P.A.P. , come previsto dalla L.R. 66/2008.

   

 Ufficio responsabile : Ufficio Servizi di sostegno per la ridotta autonomia e la non autosufficienza
Via Mondolfi, 173 - 57128 Livorno

Orario uffici:
Lunedì e venrdì mattina dalle 9.00 alle 13.00
Martedì e giovedì pomeriggio dalle 15.30 alle 17.30


Riferimenti telefonici:

Simonetta Truono. 0586/824120

 e-mail: struono@comune.livorno.it   

 

 ORARI DI APERTURA AL PUBBLICO DEL PUNTO INSIEME

1)Via Fiera S. Antonino, 3   3° piano   

   email:distrettonord@comune.livorno.it

   giovedì: 9.00 – 10.30


2) Poliambulatorio Viale Alfieri blocco 24    1°piano     

    email distrettocentro@comune.livorno.it

    mercoledì: 10.30 – 12.00


3) Via del Mare, 82     1°piano                  

    email distrettosud@comune.livorno.it

    lunedì: 11.00 – 12.30

 

 PER SAPERNE DI PIU’….

 Attestazione isee 

Allegato alla delibera n. 7 - Compartecipazione al costo delle prestazioni

Si ricorda che le delibera suddetta e la tabella relativa alle varie soglie ISEE può essere  soggetta a modifiche.

 

Regolamento servizio di assistenza domiciliare

 Delibera G.C. 76/2014 – Approvazione disciplinare S.A.D.

 

Share button

Torna in cima alla pagina