Assegno di cura anziani

Ultimo aggiornamento

Ultimo aggiornamento Giovedì, 4 Novembre, 2021 - 09:06

Assistenza domiciliare indiretta – Assegno di cura anziani 

CHE COS’E’

L’assistenza domiciliare indiretta è un contributo economico erogato a titolo di sostegno alle responsabilità di cura della famiglia e finalizzato a prevenire e contenere l’istituzionalizzazione della persona anziana non autosufficiente al fine di garantirne la permanenza nel proprio ambiente di vita all’interno del nucleo familiare di appartenenza.

CHE COSA OFFRE

L’assistenza domiciliare indiretta offre un contributo mensile,  variabile da  un minimo di 150 euro ad un massimo di 375 euro al mese. graduato in relazione alla situazione di gravità socio sanitaria dell’anziano valutata dalla competente Unità di Valutazione Multidimensionale (U.V.M.) che si riunisce appositamente per la valutazione del bisogno.

A CHI SI RIVOLGE

Il servizio si rivolge ai cittadini  a partire dal compimento del 65° anno di età che si trovano in una  situazione di non autosufficienza,  per i quali la competente U.V.M. abbia predisposto apposito Progetto Assistenziale Personalizzato (P.A.P.) e che abbiano una certificazione ISEE calcolato ai sensi del nuovo DPCM 159/2013 non superiore ai 15.000,00 euro come indicato nella Tabella allegata e parte integrante della Delibera CdS Integrata n. 6 del 28/5/2020.

COME SI ACCEDE

Il diretto interessato, i componenti della famiglia anche non conviventi che si fanno carico dell’anziano, il tutore o curatore e comunque qualsiasi soggetto che con l’anziano abbia rapporti di cura (caregiver), possono rivolgersi al Punto Unico di Accesso (PUNTO INSIEME) per acquisire informazioni e richiedere la valutazione del bisogno di cura dell’anziano.

Gli operatori del Punto Insieme valutano la complessità del bisogno. Nel caso di bisogno complesso viene attivato il percorso assistenziale aprendo apposita cartella personale, acquisendo e trasmettendo all’U.V.M. la documentazione necessaria per la predisposizione di un  Progetto Assistenziale Personalizzato (P.A.P.) secondo le modalità di valutazione multidimensionale previste dalla Regione Toscana.

Il  P.A.P.  viene sottoscritto o dall’anziano o dal suo dal care-giver, con l’impegno affinchè il  progetto venga realizzato pienamente ed ha valenza massima annuale. Il rinnovo del progetto è subordinato ad una nuova valutazione da parte dell’U.V.M.

Nella costanza dell'assegnazione da parte della Regione Toscana del fondo per la non autosufficienza finalizzato alla copertura finanziaria per l’erogazione degli assegni di cura in favore degli anziani non autosufficienti, il contributo viene erogato con cadenza semestrale posticipata.

Ufficio responsabile : Ufficio Servizi di sostegno per la ridotta autonomia e la non autosufficienza
Via Mondolfi, 173 - 57128 Livorno

Dott.ssa Paola Carletti

Orario uffici:
Lunedì e venerdì mattina dalle 9.00 alle 13.00
Martedì e giovedì pomeriggio dalle 15.30 alle 17.30

Riferimenti:
Margherita De Giacomo 0586/824119 
e-mail: mdegiacomo@comune.livorno.it 

COME CONTATTARE IL PUNTO INSIEME
Tefonare al numero 0586 - 407714 nei seguenti seguenti orari:

  •  Lunedì 9.00 - 10.30
  •  Mercoledì  10.30 - 12.00
  • Giovedì   9.00 -10.30

oppure inviare una mail a: puntoinsieme@comune.livorno.it

 PER SAPERNE DI PIÙ....

 Attestazione ISEE Allegato alla Delibera Conferenza dei Sindaci Integrata n.6 del 28/5/2020 - Modifica soglie e importi compartecipazione servizio di Assistenza Domiciliare Diretta e Indiretta approvate con Delibera Conferenza dei Sindaci integrata Zona Livornese n. 7 del 20/7/2016.

Share button

Torna in cima alla pagina