PNRR – I PROGETTI DEL MISE

Ultimo aggiornamento

Ultimo aggiornamento Venerdì, 22 Aprile, 2022 - 10:40

IL MISE E IL PNRR

Consulta qui il sito del MISE per informazioni sulle risorse assegnate e i progetti di investimento programmati.


PNRR - Investimento 5.3 "Sviluppo di una leadership internazionale, industriale e di ricerca e sviluppo nel campo degli autobus elettrici", Missione 2 “Rivoluzione verde e transizione ecologica", Componente 2 "Transizione energetica e mobilità sostenibile"   

Bus Elettrici - Presentazione domande

Con decreto direttoriale del 8 aprile 2022 è fissata per le ore 12:00 del giorno 26 aprile 2022 l'apertura dello sportello per la presentazione delle domande di agevolazioni a valere sullo strumento dei Contratti di sviluppo per il sostegno di programmi di sviluppo coerenti con le finalità della Misura M2C2 Investimento 5.3 “Sviluppo di una leadership internazionale, industriale e di ricerca e sviluppo nel campo degli autobus elettrici” del Piano nazionale di ripresa e resilienza, secondo quanto disposto dal decreto del Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili del 29 novembre 2021.

I modelli per la presentazione delle domande e delle istanze di cui sopra e le modalità di presentazione sono pubblicati nell’apposita sezione dedicata ai Contratti di sviluppo del sito internet di Invitalia.

Consulta qui la pagina web del MISE per maggiori informazioni


PNRR - Investimento 5.1 "Rinnovabili e Batterie", Missione 2 “Rivoluzione verde e transizione ecologica", Componente 2 "Transizione energetica e mobilità sostenibile"   

Rinnovabili e batterie - Presentazione domande

Con decreto direttoriale del 25 marzo 2022 sono fissati per le ore 12:00 del giorno 11 aprile 2022 e le ore 17.00 del giorno 11 luglio 2022 i termini, rispettivamente, di apertura e chiusura dello sportello per la presentazione delle domande di agevolazioni a valere sullo strumento dei Contratti di sviluppo per il sostegno di programmi di sviluppo coerenti con le finalità della Misura M2C2 Investimento 5.1 “Rinnovabili e batterie” del Piano nazionale di ripresa e resilienza, secondo quanto disposto dal decreto del Ministro dello sviluppo economico 27 gennaio 2022.

I modelli per la presentazione delle domande e delle istanze di cui sopra e le modalità di presentazione saranno indicati nell’apposita sezione dedicata ai Contratti di sviluppo del sito internet di Invitalia.

Consulta qui la pagina web del MISE per maggiori informazioni


PNRR - Investimento 5.2 "Competitività e resilienza delle filiere produttive", Missione 1 “Digitalizzazione, innovazione, competitività e cultura e turismo", Componente 2 "Digitalizzazione, innovazione e competitività nel sistema produttivo"   

Filiere produttive - Presentazione domande

Con decreto direttoriale del 25 marzo 2022 è fissata alle ore 12:00 del giorno 11 aprile 2022 l’apertura dello sportello per la presentazione delle domande di agevolazioni a valere sulla misura dei Contratti di sviluppo per il sostegno di programmi di sviluppo coerenti con le finalità della Misura M1C2 Investimento 5.2 “Competitività e resilienza delle filiere produttive” del Piano nazionale di ripresa e resilienza, secondo quanto disposto dal decreto del Ministro dello sviluppo economico 13 gennaio 2022.

I modelli per la presentazione delle domande e delle istanze di cui sopra e le modalità di presentazione saranno indicati nell’apposita sezione dedicata ai Contratti di sviluppo del sito internet di Invitalia.

Consulta qui la pagina web del MISE per maggiori informazioni


PIANO NAZIONALE PER GLI INVESTIMENTI COMPLEMENTARI AL PNRR - ACCORDI PER L'INNOVAZIONE

COMPLEMENTARIETA' CON IL PNRR: MISSIONE 4 "ISTRUZIONE E RICERCA" - COMPONENTE C2 "DALLA RICERCA ALL'IMPRESA"

In G.U. n. 73 del 28 marzo 2022 è pubblicato il Comunicato relativo al Decreto direttoriale del 18 marzo 2022, recante modalità e termini per la concessione ed erogazione delle agevolazioni a favore dei progetti di ricerca e sviluppo realizzati nell'ambito degli ACCORDI PER L'INNOVAZIONE.

Dalle ore 10.00 del giorno 11 maggio 2022 le imprese potranno presentare, anche in forma congiunta ed esclusivamente in via telematica sul sito del Soggetto Gestore  (https://fondocrescitasostenibile.mcc.it), le domande di agevolazione per progetti riguardanti attività di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale d’importo superiore a 5 milioni di euro.

La procedura di compilazione della domanda di agevolazione e della ulteriore documentazione allegata è resa disponibile nel sito internet del Soggetto gestore a partire dal 19 aprile 2022.

Consulta qui la pagina web del MISE per maggiori informazioni e per scaricare la modulistica.


PNRR - Investimento 5.1 "Rinnovabili e Batterie", Missione 2 “Rivoluzione verde e transizione ecologica", Componente 2 "Transizione energetica e mobilità sostenibile"   

In G.U. n. 63 del 16 marzo 2022 è pubblicato il Decreto 27 gennaio 2022 del MISE, che fornisce le direttive necessarie a consentire l'attuazione dell'Investimento 5.1  «Rinnovabili e batterie» del PNRR tramite il ricorso allo strumento agevolativo dei Contratti di Sviluppo.

L'intervento è finalizzato a promuovere lo sviluppo in Italia dei settori produttivi connessi alle tecnologie per la generazione di energia da fonti rinnovabili, con particolare riferimento a moduli fotovoltaici innovativi e aerogeneratori di nuova generazione e taglia medio-grande, e per l'accumulo elettrochimico.

L'Investimento 5.1 «Rinnovabili e batterie»  e'  articolato  nei seguenti sub-investimenti:
    a) sub-investimento 5.1.1 «Tecnologia PV»;
    b) sub-investimento 5.1.2 «Industria eolica»;
    c) sub-investimento 5.1.3 «Settore batterie».

I Contratti di sviluppo di cui al decreto hanno ad oggetto la realizzazione, su iniziativa di una o più imprese, di un programma di sviluppo industriale per la cui realizzazione sono necessari uno o più progetti di investimento, come individuati nel titolo II del decreto 9 dicembre 2014, ed eventualmente, progetti di ricerca, sviluppo e innovazione, come individuati nel titolo III del medesimo decreto 9 dicembre 2014, strettamente connessi e funzionali tra di loro.

L'importo complessivo delle spese e dei costi ammissibili degli investimenti oggetto del programma di sviluppo non deve essere inferiore a 20 milioni di euro.

L’intervento è destinato a finanziare nuove domande di Contratto di sviluppo ovvero, previa presentazione di apposita istanza da parte del soggetto proponente, domande di Contratto di sviluppo già presentate al Soggetto gestore il cui iter agevolativo risulti sospeso per carenza di risorse finanziarie.

Con uno o più Decreti del Direttore generale per gli incentivi alle imprese saranno fissate le date di apertura e chiusura degli sportelli agevolativi dedicati alle domande di Contratto di sviluppo, che risultino coerenti con i sub-investimenti di cui sopra.

La  modulistica  utile  alla  presentazione  delle  domande sarà resa disponibile dal Soggetto gestore sul  proprio  sito  internet con congruo anticipo rispetto alla data di apertura degli  sportelli agevolativi.

Consulta qui il sito del MISE per maggiori informazioni sui Contratti di Sviluppo.


PNRR - Investimento 5.2 "Competitività e resilienza delle filiere produttive", Missione 1 “Digitalizzazione, innovazione, competitività e cultura e turismo", Componente 2 "Digitalizzazione, innovazione e competitività nel sistema produttivo"   

In G.U. n. 36 del 12 febbraio 2022 è pubblicato il Decreto 13 gennaio 2022 del MISE, con il quale sono state fornite le direttive necessarie a consentire la ricezione e la valutazione delle istanze di Contratto di sviluppo in funzione dell’attuazione dell’Investimento 5.2 «Competitività e resilienza delle filiere produttive» del PNRR.

L’intervento si pone l’obiettivo di rafforzare le filiere produttive, anche emergenti, strategiche per lo sviluppo del sistema Paese e di promuovere la competitività delle imprese, rafforzandone la resilienza dopo la crisi COVID-19.

In sede di prima applicazione le filiere individuate per l’attuazione dell’intervento sono le seguenti:

  • automotive;
  • design, moda e arredo;
  • microelettronica e semiconduttori;
  • metallo ed elettromeccanica;
  • agroindustria;
  • chimico/farmaceutico.

L’intervento sarà destinato a finanziare nuove domande di Contratto di sviluppo ovvero, previa presentazione di apposita istanza da parte del soggetto proponente, domande di Contratto di sviluppo già presentate al Soggetto gestore il cui iter agevolativo risulti sospeso per carenza di risorse finanziarie.

Con successivo Decreto del Direttore generale per gli incentivi alle imprese sarà fissata la data di apertura dello sportello agevolativo dedicato alle domande di Contratto di sviluppo, che risultino coerenti con quanto definito nel presente decreto.

La  modulistica  utile  alla  presentazione  delle  domande sarà resa disponibile dal Soggetto gestore sul proprio  sito  internet, assieme alla descrizione della politica di investimento, con  congruo anticipo rispetto alla data di apertura dello sportello agevolativo e comunque non oltre il 31 marzo  2022  in  accordo  con  la  milestone M1C2-28 del PNRR.

Consulta qui il sito del MISE per maggiori informazioni.


PNRR - Investimento 1.2  «Creazione  di  imprese  femminili»,  Missione 5 «Inclusione e coesione», Componente 1 «Politiche per l'occupazione» 

«CREAZIONE IMPRESE FEMMINILI» - CONDIZIONI PER IL SOSTEGNO FINANZIARIO DEL PNRR
In G.U. n. 26 dell'1 febbraio 2022 è pubblicato il Decreto 24 novembre 2021 del MISE: Disposizioni per il sostegno finanziario a valere sulle risorse del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) degli interventi previsti dall'investimento 1.2 «Creazione di imprese femminili» del medesimo Piano.

La gestione delle risorse del PNRR destinate alle misure di  cui al presente Decreto e gli adempimenti necessari all'attuazione dell'intervento «Creazione di imprese femminili» sono affidati  al  soggetto  gestore Invitalia previa stipula di un apposito accordo di finanziamento tra il Ministero ed il medesimo soggetto gestore.


I PROGETTI DEL MISE

Consulta qui le slide relative ai progetti del MISE

All’interno del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, il Ministero dello sviluppo economico ha inserito un insieme di progetti che puntano a rafforzare la crescita del Paese, favorendo gli investimenti in digitalizzazione, innovazione, competitività, formazione e ricerca.

L’obiettivo è porre le basi per uno sviluppo duraturo e sostenibile dell’economia garantendo la rapidità di esecuzione dei progetti attraverso una semplificazione degli strumenti in modo da favorire un aumento della produttività.

 DIGITALIZZAZIONE, INNOVAZIONE, COMPETITIVITÀ DEL SISTEMA PRODUTTIVO

I progetti del Mise nella missione “Digitalizzazione, innovazione, competitività e cultura”, hanno l’obiettivo di favorire l’innovazione in chiave digitale, sostenendo l’infrastrutturazione del Paese e la trasformazione dei processi produttivi delle imprese.

Il Ministero punta, inoltre, a sostenere gli investimenti strategici nell’ambito della Transizione 4.0 e favorire i progetti innovativi per le filiere del Made in Italy.

Sono quattro le linee di intervento promosse dal Mise, alcune di esse, come la Banda Ultralarga e le Tecnologie satellitari, gestite insieme al Ministero dell’innovazione e della transizione digitale e alla Presidenza del Consiglio.

Per questi interventi sono stanziati complessivamente 28,24 miliardi di euro di risorse previste dal PNRR e dal Fondo complementare:

  • Transizione 4.0 - 18,46 miliardi;
  • Banda Larga, 5G e connessioni veloci - 6,71 miliardi;
  • Tecnologie satellitari ed economia spaziale - 2,29 miliardi;
  • Politiche industriali di filiera - 780 milioni.

I progetti di investimento sono, inoltre, accompagnati dalla riforma sulla proprietà industriale che mira a definire una strategia pluriennale per promuovere la cultura dell’innovazione e gli strumenti di protezione e valorizzazione della proprietà industriale. 

Si tratta della prima riforma inserita nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza che è già stata avviata dal ministro Giorgetti e per la quale sono state destinate risorse per 30 milioni di euro.

DALLA RICERCA ALL’IMPRESA

Gli interventi del Ministero nella missione “Istruzione, formazione e ricerca” mirano a potenziare le competenze presenti nel nostro Paese e cogliere le sfide tecnologiche e ambientali.

L’obiettivo è incrementare gli investimenti in ricerca e sviluppo anche attraverso una migliore interazione tra il mondo delle imprese e gli enti pubblici.

Le misure previste nel Piano sono finalizzate a favorire un’efficace interazione tra mondo della ricerca e mondo produttivo, a migliorare la propensione all’innovazione delle piccole e medie imprese e la loro partecipazione a filiere strategiche per la competitività nazionale ed europea, dagli IPCEI (batterie, microelettronica, idrogeno) ai Centri di trasferimento tecnologico.

Per questi interventi sono stanziati complessivamente 4,9 miliardi di euro di risorse previste nel PNRR e nel Fondo complementare:

  • Accordi per l'innovazione - 1 miliardo;
  • Finanziamento Fondo IPCEI - 1,5 miliardi;
  • Campioni nazionali di Ricerca e Sviluppo (misura gestita insieme al Ministero dell'università e della ricerca) - 1,6 miliardi;
  • Horizon Europe - 200 milioni;
  • Finanziamento del Fondo Nazionale innovazione - 300 milioni;
  • Rifinanziamento ed estensione tematica dei Centri di trasferimento tecnologico - 350 milioni.

INCLUSIONE E COESIONE

Il rafforzamento e l’avvio di nuova imprenditorialità femminile è l’intervento proposto dal Ministero per la missione “Inclusione e coesione” del PNRR.

La misura punta a rendere operativo il “Fondo Impresa Donna”, previsto nella legge di Bilancio 2021, attraverso una dotazione finanziaria di 400 milioni di euro.

Consulta qui il sito del MISE


NEWS 2 OTTOBRE 2021

DECRETO FONDO IMPRESA DONNA

Firmato il decreto interministeriale che rende operativo il Fondo Impresa Donna che mira a rafforzare gli investimenti e i servizi a sostegno dell’imprenditorialità femminile.

Il decreto è al vaglio della Corte dei Conti.

Consulta qui ulteriori informazioni.

Share button

Torna in cima alla pagina