BANDO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI STRAORDINARI A SOSTEGNO DEGLI ACCOMPAGNATORI TURISTICI

Ultimo aggiornamento

Ultimo aggiornamento Lunedì, 22 Febbraio, 2021 - 11:09

BANDO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI STRAORDINARI A SOSTEGNO DEGLI ACCOMPAGNATORI TURISTICI

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE A PARTIRE DAL 22 FEBBRAIO 2021 E FINO AL 9 MARZO 2021

INFORMAZIONI GENERALI

  • Le risorse complessivamente stanziate dal Comune a disposizione dei soggetti beneficiari ammontano ad € 8.000,00;
  • Le agevolazioni saranno accordate sotto forma di contributi a fondo perduto come ristoro per il periodo di emergenza da Covid-19;
  • I soggetti destinatari dell’intervento sono i seguenti professionisti titolari di Partita IVA:
    • accompagnatori turistici (con esclusione delle guide turistiche);
  • Il codice ATECO di riferimento è il codice prevalente come risultante dalla denuncia all’Agenzia delle Entrate. Il codice ATECO da prendere a riferimento è quello posseduto alla data di presentazione della domanda; 
  • L’ammontare del contributo per singolo beneficiario è pari ad € 500,00;
  • Le risorse stanziate saranno assegnate secondo l’ordine cronologico di arrivo delle domande, nei limiti della disponibilità dei fondi;
  • Non possono accedere al contributo i professionisti attivi a partire dal 25 ottobre 2020 e non attivi nel corso del 2019.

POSSONO PRESENTARE LA DOMANDA

Possono presentare domanda i professionisti, titolari di partita IVA, residenti nel Comune di Livorno, già attivi alla data del 25/10/2020, e che esercitano un’attività identificata come prevalente, rientrante nel seguente codice ATECO ISTAT 2007:

  • 79.90.20 – limitatamente agli accompagnatori turistici (sono escluse le guide turistiche e gli accompagnatori turistici abilitati anche all’esercizio dell’attività di guida turistica).

Ciascun richiedente può presentare esclusivamente una sola domanda di contributo.

I richiedenti, oltre alle condizioni sopra indicate, devono possedere, al momento della presentazione della domanda, i seguenti ulteriori requisiti di ammissibilità:

a) liberi professionisti che esercitano attività di accompagnatore turistico:

  • essere in possesso del patentino di abilitazione allo svolgimento della professione di accompagnatore turistico (sono esclusi coloro che risultano abilitati anche allo svolgimento della professione di guida turistica);
  • essere in possesso di partita IVA rilasciata dall’Agenzia delle Entrate per lo svolgimento dell’attività
  • esercitare l’attività economica rientrante nella sezione ATECO ISTAT 2007 79.90.20;
  • non essere lavoratori dipendenti o pensionati;

b) essere residenti nel Comune di Livorno;

c) essere liberi professionisti “in attività”, in data precedente al 25/10/2020 ed al momento della presentazione della domanda (il requisito risulta soddisfatto anche con la presentazione all’Agenzia delle Entrate della prevista denuncia di inizio attività ai fini Iva);

d) aver percepito redditi derivanti dall’attività di accompagnatore turistico anche nel corso dell’anno 2019;

e) essere in regola con il DURC e trovarsi in posizione di regolarità tributaria nei confronti del Comune di Livorno;

f) rispettare quanto previsto dalla normativa sul “de minimis”.

COME E QUANDO PRESENTARE LA DOMANDA

A pena di esclusione, le domande di contributo devono essere presentate a partire dal giorno 22 febbraio 2021 ed entro e non oltre il giorno 9 marzo 2021.

La domanda dovrà essere, a pena di irricevibilità della stessa:

  • redatta esclusivamente avvalendosi della modulistica predisposta ed allegata al Bando;
  • debitamente sottoscritta con firma digitale del professionista; è ammessa la firma autografa solo qualora venga allegata la copia di un documento di riconoscimento del professionista in corso di validità;
  • presentata esclusivamente in via telematica mediante la propria casella di posta elettronica certificata (PEC), o mediante PEC di soggetto intermediario delegato, e con invio all’indirizzo di posta elettronica comune.livorno@postacert.toscana.it , indicando obbligatoriamente quale oggetto del messaggio “Domanda contributi accompagnatori turistici” seguito dal “cognome e nome del professionista”.
     

La PEC dovrà contenere, a pena di irricevibilità, la seguente documentazione:

  • Modello di domanda (Allegato 1) debitamente compilato in ogni sua parte e sottoscritto digitalmente dal professionista richiedente (o in maniera autografa);
  • Eventuale copia di un documento di riconoscimento in corso di validità del professionista, qualora la domanda non sia firmata digitalmente dallo stesso;
  • Eventuale dichiarazione di delega, contenuta nel modello di domanda, a favore di soggetto intermediario dotato di PEC, ai fini della presentazione e gestione della domanda;
  • Copia del patentino di abilitazione allo svolgimento della professione di accompagnatore turistico (dalla quale non risulti di essere abilitati anche all’esercizio di attività di guida turistica);
  • Copia della denuncia di inizio attività presentata all’Agenzia delle Entrate ai fini IVA dalla quale risulti anche il luogo di esercizio dell'attività;
  • Copia del modello Unico 2020 PF (dal quale risultino redditi percepiti nel 2019 associati al codice attività 79.90.20).

ATTENZIONE: Le domande sono considerate irricevibili qualora non siano rispettate le condizioni di cui agli artt. 3 e 6 del Bando. In particolare, si considerano irricevibili le domande presentate da professionisti non residenti nel Comune di Livorno, e qualora il codice ATECO prevalente non corrisponda al codice 79.90.20. Si considerano irricevibili le domande presentate da professionisti diversi dagli accompagnatori turistici o abilitati anche all’esercizio dell’attività di guida turistica. Il Responsabile del procedimento ne dà tempestiva e motivata comunicazione tramite PEC al soggetto richiedente.

ISTRUTTORIA ED EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO

Conclusa l’istruttoria di tutte le domande pervenute entro la data di scadenza prevista all’articolo 6, l’Ufficio competente procederà alla formazione degli elenchi delle domande ammissibili, con e senza riserva, e di quelle non ammissibili. 

Le risorse stanziate saranno, quindi, assegnate secondo l’ordine cronologico di arrivo delle domande ammissibili, nei limiti della disponibilità dei fondi e tenuto conto dell’ammontare del contributo per singolo beneficiario stabilito in € 500,00.

Eventuali domande ammissibili ma non finanziate per carenza di risorse andranno a costituire la lista d’attesa delle domande ammissibili ma non finanziate ordinate cronologicamente. In caso di sopravvenute risorse disponibili, anche successivamente alla chiusura del Bando, l'Amministrazione comunale si riserva di integrare lo stanziamento, di mantenere la validità di detto elenco e di provvedere al finanziamento delle domande ammesse ma non finanziate.

Dell’esito finale dell’istruttoria delle domande pervenute, della formazione degli elenchi, e della liquidazione viene data comunicazione mediante pubblicazione sul sito istituzionale del Comune di Livorno nella sezione “Lavoro e Sviluppo economico – Bandi”.

Informazioni sul bando possono essere richieste all'indirizzo di posta elettronica  contributoimprese@comune.livorno.it

Puoi consultare di seguito:

IL BANDO

IL MODELLO DI DOMANDA 

Share button

Torna in cima alla pagina