Cosa fare in caso di incendio

Ultimo aggiornamento

Ultimo aggiornamento Martedì, 8 Giugno, 2021 - 16:18

Se avvisti un incendio boschivo chiama subito uno dei seguenti numeri:

Ogni cittadino ha il dovere di aiutare a prevenire gli incendi, tenendo puliti gli spazi intorno alla propria abitazione ed avvisando tempestivamente  in caso di avvistamento di incendi.

In caso di incendio

  • Osserva alcune importanti cautele prima di allontanarti da casa:
  • Interrompi l’erogazione di gas e luce chiudendo le valvole del contatore
  • Chiudi bene le finestre per evitare l’ingresso del fumo
  • Riponi al chiuso materiali in plastica e tendaggi presenti in giardino o in terrazza
  • Lascia libere le strade di accesso ai mezzi di soccorso
  • Allontanati da casa solo se puoi contare su una via di fuga sicura. Percorrere
  • una strada all’interno della vegetazione può essere molto pericoloso
  • Segui le indicazioni delle autorità per una evacuazione corretta
  • Chiedi al tuo Comune di conoscere i Piani di Protezione civile

Spazi ripuliti
Oltre alla vegetazione, gli incendi coinvolgono spesso gli edifici confinanti con il bosco e rappresentano una minaccia per l’incolumità delle persone. Gli eventi che possono mettere a rischio un intero abitato o delle case sparse all’interno del bosco sono quelli più difficili da gestire, soprattutto perché le aree servite da viabilità secondaria sono ancora più difficili da raggiungere per le squadre di soccorso.
Tagliare periodicamente la vegetazione presente negli spazi verdi di tua proprietà, eliminando rovi, cespugli, erba e rifiuti è un’attività di prevenzione fondamentale per allontanare il rischio di propagazione di un incendio dalla casa in cui abiti o che dai in affitto. La stessa cura va osservata per isolare dalla vegetazione eventuali linee elettriche o serbatoi di combustibile presenti nelle vicinanze dell’abitazione, anche perché il fuoco può sempre saltare la fascia di protezione che hai creato.

L'organizzazione regionale anticendi boschivi (AIB) 2021
Sono stati allestiti tutti i servizi di lotta attiva per affrontare la prossima campagna estiva, grazie all'impegno del personale della Regione, dei tecnici e degli operai forestali delle Unioni di Comuni e dei Comuni, dei volontari AIB, dei Vigili del Fuoco e del Comando regionale dei Carabinieri Forestali, per le attività di sorveglianza AIB e perimetrazione incendi boschivi.
L'organizzazione regionale AIB viene modulata nel corso dell'anno in funzione dell'andamento dell'indice di rischio per lo sviluppo e la propagazione di incendi boschivi.
Per i mesi estivi 2021 sono operativi: oltre 170 direttori delle operazioni di spegnimento; 4 mila volontari e 500 operai forestali con una disponibilità di 700 mezzi allestiti AIB e una flotta regionale di 10 elicotteri; una Sala operativa regionale (SOUP) e 7 Sale provinciali (COP AIB).
 

Share button

Torna in cima alla pagina