Vincolo idrogeologico

Ultimo aggiornamento

Ultimo aggiornamento Mercoledì, 24 Febbraio, 2021 - 12:22

Livorno è una città che nasce e si sviluppa sul mare ma che comunque beneficia di un patrimonio di aree boscate posto alle proprie spalle costituito dalle cosiddette “Colline Livornesi”.

Gran parte di queste aree collinari è ancora oggi coperta da aree boscate e da aree assimilate a bosco, così come definite dalla Legge Forestale della Regione Toscana (L.r. 39/2000), sulle quali vige il Vincolo Idrogeologico.

Il Vincolo Idrogeologico ha come scopo principale quello di preservare l’ambiente impedendo quelle forme di utilizzazione che possano determinare innesco di fenomeni erosivi, denudazione, instabilità o alterazione del regime delle acque con l’eventualità di determinare danno. Tale Vincolo non preclude comunque la possibilità di intervenire sul territorio ma segue la corretta integrazione delle opere all’interno del territorio stesso. Le autorizzazioni non vengono invece rilasciate quando esistono ad esempio situazioni di instabilità conclamata o nel caso in cui l’intervento richiesto possa innescare ulteriori fenomenologie contrastanti la stabilità del versante.

Sono sottoposti a vincolo idrogeologico tutti i terreni coperti da “bosco”, così come definito all’art. 3 della legge Forestale ed esplicitato all'art. 37, oltre alle aree perimetrate ai sensi del RD 3267/23 - Riordinamento e riforma della legislazione in materia di boschi e di terreni montani (la relativa perimetrazione è consultabile nella specifica sezione “cartografia”).

Sono di competenza comunale le seguenti procedure:

  • la trasformazione della destinazione d’uso dei terreni attuata per la realizzazione di edifici, manufatti edilizi, opere infrastrutturali ed altre opere costruttive;
  • la realizzazione di ogni opera o movimento di terreno che possa alterare la stabilità dei terreni e la regimazione delle acque non connesse alla coltivazione dei terreni agrari ed alla sistemazione idraulico-agraria e idraulico-forestale degli stessi;
  • l'attività estrattiva.

Nel Regolamento Forestale (DPGR 48/R 2003) sono individuati i casi in cui il rilascio dell'autorizzazione ai fini del Vincolo Idrogeologico può avvenire tramite silenzio assenso e quelli in cui l'autorizzazione medesima può essere sostituita da dichiarazione di inizio dei lavori, nonché i casi in cui le opere e i movimenti di terreno sono eseguibili senza autorizzazione o dichiarazione.

Dove rivolgersi e per quali pratiche
Le procedure inerenti l'Istituto del Vincolo Idrogeologico del Comune di Livorno sono svolte dal Settore Ambiente
Responsabile Difesa del Territorio, energie rinnovabili e contrasto ai cambiamenti climatici: Dr. Geol. Alessio Tanda   

Referente amministrativo: Dott.ssa Francesca Nieto
E mail: fnieto@comune.livorno.it
Telefono: 0586/820341

 

Elenco degli argomenti

Share button

Torna in cima alla pagina