Assegno per il Nucleo Familiare

Ultimo aggiornamento

Ultimo aggiornamento Lunedì, 1 Marzo, 2021 - 14:09

CHE COS'È

E' un contributo economico annuale a sostegno dei nuclei familiari in cui sono presenti almeno tre figli minori di 18 anni.

A CHI SI RIVOLGE

Ai cittadini italiani o di uno Stato appartenente all’ Unione Europea o da cittadini extra-comunitari dei Paesi Terzi che siano:

  • titolari di permesso di soggiorno unico per lavoro o con autorizzazione al lavoro e i suoi familiari e superstiti, ad eccezione delle categorie espressamente escluse dal D.lgs. 40/2014;
  • titolari di permesso di soggiorno rilasciato per motivo di “assistenza minori” o “motivi familiari”;
  • residenti nel Comune di Livorno, nel cui nucleo familiare ci siano almeno tre figli minori di età, sia propri o del coniuge o ricevuti in affidamento pre-adottivo.

COME SI ACCEDE

In seguito alle disposizioni per la prevenzione epidemiologica, l'accesso all'Ufficio Marginalità e Famiglia da parte del pubblico non è consentito.

La domanda può essere presentata

  • U.R.P. Comune di Livorno
  • Sportelli al cittadino-Area Nord-Area Sud
  • all’ufficio responsabile tramite mail a: spalla@comune.livorno.it
  • www.comune.livorno.it Servizi Online - Sportello del cittadino - Sociale:

entro il 31 gennaio dell'anno successivo. L’ufficio responsabile provvede alla concessione del contributo dopo aver accertato i requisiti di ammissibilità delle domande.

CHE COSA OFFRE

Il pagamento di un contributo economico il cui importo è determinato annualmente con circolare INPS. In caso di concessione l'importo dell'assegno da corrispondere agli aventi diritto per l'anno 2021, se spettante nella misura intera, è pari a € 145,14 per 13 mensilità per un totale di € 1.886,82.

Il pagamento viene effettuato dall'INPS in due rate, corrispondenti a due semestralità: la prima rata viene erogata sulla base della data di presentazione della domanda, comunque mai prima del mese di luglio, e la seconda generalmente entro gennaio dell'anno successivo

A seguito dell'entrata in vigore del D.L. 201/2011, che impone alle P.A. il divieto di effettuare pagamenti in contanti superiori a € 1.000,00 è necessario che venga indicato un codice IBAN bancario/postale o libretto postale o carta prepagata, intestato al richiedente.

Con circolare n. 48 del 29/03/2020 l'INPS ha disposto che, essendo il beneficio accreditato su conto corrente bancario/postale o libretto postale o carta di credito prepagata, dal 10 aprile 2020 non è necessario produrre il modello INPS SR-163 timbrato e firmato dalla banca (o dalla Posta), che attesti che il beneficiario della prestazione sia effettivamente anche il titolare dell’IBAN indicato nella domanda.
Pertanto basterà indicare il codice IBAN nell'apposito spazio; trattandosi di un'autocertificazione, la sua assenza nel modulo di domanda esclude il pagamento.
Inoltre è necessario allegare una copia del documento di riconoscimento (carta d'identità, patente auto) e per i cittadini extracomunitari anche una copia del permesso di soggiorno.

PER INFORMAZIONI RIVOLGERSI A :

D.ssa Sandra Palla: spalla@comune.livorno.it

tel. 0586/824183 fax 0586/518173

Via Mondolfi,173 - 57128 Livorno

ORARI UFFICIO: Lunedì e Venerdì 9,00-13,00 - Martedì e Giovedì 15,30-17,30

 

 

 

Share button

Torna in cima alla pagina