Sintesi dei contenuti del documento di avvio del procedimento

Ultimo aggiornamento

Ultimo aggiornamento Mercoledì, 15 Giugno, 2022 - 13:56

Sintesi dei contenuti del Documento di Avvio del procedimento di approvazione del nuovo Piano Operativo e contestuale variante al Piano Strutturale ai fini della partecipazione al processo partecipativo

Con la Delibera G.C. n. 186 del 01/04/2022  l'Amministrazione Comunale ha dato avvio al procedimento di formazione della variante al R.U. per la realizzazione del Nuovo Presidio Ospedaliero di Livorno, ai sensi dell'art. 17 della L.R. n. 65/2014, approvando il Documento di avvio del procedimento.

La variante rientra tra gli impegni che il Comune ha assunto con la sottoscrizione, in data 10 giugno 2020, dell'Accordo di Programma tra Regione Toscana, Comune di Livorno, Azienda USL Toscana Nord Ovest e Soprintendenza per i Beni Architettonici, Paesaggistici, Storici, Artistici ed Etnoantropologici per le province di Pisa e Livorno, per la realizzazione del Nuovo Presidio Ospedaliero nell'area ex Pirelli.

Nel rispetto di quanto previsto dall'art. 17, comma 3 della L.R. n. 65/2014, il Documento di avvio del procedimento di formazione della variante, tratta i seguenti contenuti:

  • finalità e contenuti di massima della variante (par. 2)

  • ricognizione degli strumenti di pianificazione territoriale ed urbanistica vigente (par. 3)

  • ricognizione dello stato di attuazione delle pianificazione urbanistica comunale, delle progettualità in corso e degli interventi in atto (par. 4), con riferimento al settore urbano interessato, che si estende dalle Terme del Corallo/Stazione centrale fino al Cisternone

  • ricognizione del quadro conoscitivo di riferimento/disponibile, comprensivo della ricognizione del patrimonio territoriale (par. 5), dove vengono riportati i vincoli/tutele presenti nell'area ed indicati i Piani di Settore maggiormente significativi in relazione ai contenuti della variante (Piano della Protezione civile, Piano Urbano della Mobilità Sostenibile, Piano di Classificazione Acustica)

  • esiti del processo valutativo (verifica di assoggettabilità a VAS) della variante, con riportate sinteticamente le prescrizioni e le raccomandazioni date in sede di conclusione della valutazione ed indicati potenziali effetti attesi (par. 6), grazie ad una comparazione sullo stato della qualità dell'ambiente interessato ante operam, post operam ed in corso di realizzazione

  • esiti del processo partecipativo svolto preliminarmente all'avvio della variante (par. 7.1)

  • il Programma delle attività di informazione e di partecipazione della cittadinanza alla formazione dell’atto di governo del territorio (par. 7.2)

  • l’elenco degli enti e degli organismi pubblici ai quali è richiesto un contributo tecnico nonché degli enti e degli organi pubblici competenti all’emanazione di pareri, nulla osta e assensi (par. 8)

Al fine di rendere un quadro complessivo delle attività svolte e di quelle da realizzare, completano il Documento di avvio del procedimento, i seguenti allegati:

  • Accordo di Programma sottoscritto in data 10.06.2020

  • Masterplan di inquadramento complessivo (prodotto da ASL e redatto a cura di MOMA studio)

  • Report conclusivo del percorso di informazione e partecipazione – preliminare alla redazione del Masterplan – svoltosi tra settembre 2020 e marzo 2021

Si segnala, che la presente variante ha lo scopo di apportare alle vigenti previsioni del Regolamento Urbanistico, unicamente i correttivi funzionali alla realizzazione del Nuovo Presidio Ospedaliero – per la cui progettazione l'ASL Toscana Nord Ovest ha indetto nel dicembre 2021 un concorso internazionale di progettazione, ad oggi ancora in corso - in quanto una rilettura più complessiva delle relazioni che la realizzazione del nuovo complesso ospedaliero andrà ad innescare tra il comparto urbano e la città, sarà oggetto di analisi ed approfondimento nell'ambito del Piano Operativo, in corso di formazione.

Nel corso dei prossimi mesi sarà organizzato su piattaforma digitale una prima iniziativa pubblica (prevista alla lett. B del Programma di delle attività di informazione e di partecipazione), nel corso della quale sarà illustrato il Documento di Avvio del Procedimento ed il percorso partecipativo e procedurale che porterà all'adozione della variante.

L'iniziativa sarà pubblicizzato sulla home page della Rete Civica e su questa pagina del Garante dell'informazione e della partecipazione

Share button

Torna in cima alla pagina