Contributi alle associazioni

Ultimo aggiornamento

Ultimo aggiornamento Giovedì, 16 Dicembre, 2021 - 14:04

OBBLIGHI INFORMATIVI EROGAZIONI PUBBLICHE

A norma della Legge 124/2017 e successive mm. e ii., entro il 30 giugno di ciascun anno gli enti non profit devono pubblicare online (nel proprio sito o in analoghi portali digitali liberamente accessibili) le informazioni relative a contributi complessivamente superiori a 10.000 euro percepiti da Pubbliche Amministrazioni. Con la Circolare 6 del 21 giugno 2021, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha chiarito che a partire dal 2021, le somme del 5 per mille incassate nell’anno precedente non concorrono ai fini della pubblicazione ex L. 124/2017.  

Si informa che l'inadempienza a tali obblighi di pubblicità può pregiudicare la concessione di eventuali contributi.

 

 

CONTRIBUTI PER L'ANNO 2022

Con riferimento al vigente Regolamento relativo ai rapporti con le Associazioni ed altri Soggetti del Terzo Settore,  con determina n. 8062 del 29/10/2021 adottata dalla dirigente del Settore Politiche Sociali e Sociosanitarie dr.ssa Arianna Guarnieri è stato indetto il bando per la presentazione delle domande di contributo ordinario per l’anno 2022.

Si segnala che rispetto ai precedenti bandi è cambiato il link attraverso cui accedere al portale, che adesso è https://srvarpa.comune.livorno.it/comliarpa/, sezione Terzo Settore, raggiungibile utilizzando uno degli strumenti di autenticazione previsti dalla normativa vigente (SPID - Sistema Pubblico di Identità Digitale, CIE - Carta di Identità Elettronica, CNS - Carta Nazionale dei Servizi).

Di seguito le informazioni essenziali:

Requisiti
Possono partecipare al presente bando Associazioni ed altri soggetti del Terzo Settore senza finalità dl lucro, adempienti agli obblighi informativi sulle erogazioni pubbliche determinati dalla normativa vigente e disponibili ad indicare preventivamente il sito internet in cui verranno pubblicate le informazioni relative al contributo eventualmente percepito.

Per concorrere, le Associazioni, alla data del 1° novembre 2021 devono risultare iscritte al Registro comunale delle Associazioni e alla Sezione provinciale di Livorno del Registro Regionale del Volontariato di cui alla L.R. 28/1993 o all’Articolazione Provinciale del Registro Regionale dell’Associazionismo di Promozione Sociale di cui alla L.R. 42/2002.

Inoltre, possono vedere riconosciuto un eventuale contributo le sole associazioni che per tutto l’anno 2022:

mantengono l’iscrizione al Registro comunale delle associazioni, conservando i requisiti di cui all’art.4 del Regolamento approvato con delibera di C.C. 161/2017 ed effettuando il rinnovo di annuale di iscrizione nei termini previsti (entro il 28/02/2022)

e

mantengono l’iscrizione alla Sezione provinciale di Livorno del Registro Regionale del Volontariato o all’Articolazione Provinciale del Registro Regionale dell’Associazionismo di Promozione Sociale, effettuando la revisione annuale nei termini previsti.

Dalla data di operatività del RUNTS di cui al D.Lgs 117/2017, in cui è previsto che trasmigrino i soggetti iscritti nei registri regionali del terzo settore, il requisito di cui al precedente paragrafo si intenderà soddisfatto con la trasmigrazione e la convalida di iscrizione nello stesso.

Le associazioni che nel corso dell’anno 2022 perderanno l’iscrizione al Registro Comunale o a quello Regionale di riferimento (o – nel caso diventi operativo il RUNTS – non venga convalidata la loro iscrizione) non verranno ammesse a concorrere. Nel caso in cui l’atto di ammissione a concorrere venga adottato prima della scadenza prevista per il rinnovo di iscrizione al registro comunale e/o per la revisione ai registri regionali (oppure alla convalida di iscrizione nel RUNTS) le associazioni non ancora regolarizzate verranno ammesse a concorrere con riserva e potranno beneficiare di un contributo soltanto se entro i termini previsti provvederanno agli adempimenti richiesti in ordine alla conservazione dell’iscrizione ai registri.

Per concorrere, altri soggetti del Terzo Settore, devono  risultare in possesso dei seguenti requisiti alla data del 1° novembre 2021:

  • non avere finalità di lucro;
  • perseguire uno scopo determinato con finalità sociali o di pubblico interesse;
  • avere un ordinamento – organizzazione interna a base democratica, con organismi rappresentativi regolarmente costituiti tramite elezione e rinnovabili;
  • avere l’atto costitutivo e lo statuto, o altro atto di regolamento delle funzioni, nei quali devono essere ricompresi i principi sopra ricordati;
  • avere la sede legale o operativa sul territorio del Comune di Livorno e svolgere attività a favore della comunità livornese da almeno 6 mesi.
  • conservare i requisiti di cui sopra per tutto l’anno 2022 e presentare entro il 28.02.2022 una relazione sulle attività svolte nell’anno 2021. I soli comitati, in caso di scioglimento devono conservare i requisiti fino alla data di loro esistenza.

Per inoltrare le richieste di contributo le associazioni sono tenute a:

  • accedere alla funzione Richiesta di Contributo dal Portale del Registro Comunale delle Associazioni, presente nella pagina https://srvarpa.comune.livorno.it/comliarpa/, sezione Terzo Settore, raggiungibile utilizzando uno degli strumenti di autenticazione previsti dalla normativa vigente (SPID - Sistema Pubblico di Identità Digitale, CIE - Carta di Identità Elettronica, CNS - Carta Nazionale dei Servizi);
  • compilare gli appositi campi e dare avvio alla procedura di trasmissione on line;
  • sottoscrivere ed inoltrare il modulo risultante al Dirigente del Settore Politiche Sociali e Sociosanitarie, utilizzando una delle modalità qui di seguito elencate:
    • Tramite la propria PEC al seguente indirizzo: comune.livorno@postacert.toscana.it;
    • Tramite la casella di posta elettronica convenzionale registrata sul Portale Comunale delle Associazioni di Livorno allegando anche fotocopia del documento di identità al seguente indirizzo: associazioni@comune.livorno.it

Per inoltrare le richieste di contributo gli altri Soggetti del Terzo Settore sono tenuti a:

  • accedere al servizio Soggetti del Terzo Settore diversi dalle associazioni presente nella pagina https://srvarpa.comune.livorno.it/comliarpa/, sezione Terzo Settore, raggiungibile utilizzando uno degli strumenti di autenticazione previsti dalla normativa vigente (SPID - Sistema Pubblico di Identità Digitale, CIE - Carta di Identità Elettronica, CNS - Carta Nazionale dei Servizi);
  • registrarsi oppure, se già registrati, aggiornare i propri dati;
  • compilare gli appositi campi in ordine alla richiesta di contributo e dare avvio alla procedura di trasmissione on line;
  • sottoscrivere ed inoltrare il modulo risultante al Dirigente del Settore Settore Politiche Sociali e Sociosanitarie del Comune di Livorno, utilizzando una delle modalità qui di seguito elencate:
    • Tramite la propria PEC al seguente indirizzo: comune.livorno@postacert.toscana.it;
    • Tramite la casella di posta elettronica convenzionale allegando anche fotocopia del documento di identità al seguente indirizzo: associazioni@comune.livorno.it

I contributi ordinari di cui al bando 2022, con riferimento all’art.12, comma 1 del Regolamento relativo ai rapporti con le Associazioni ed altri Soggetti del Terzo Settore, sono i seguenti:

  • lettera a): per iniziative, eventi, manifestazioni e simili;
  • lettera b): per il funzionamento delle associazioni che espletano attività di rilevante interesse pubblico comunale, cioè spese di gestione ordinaria sostenute per l’organizzazione e/o per la sede oppure per il ristoro del canone di locazione della sede stessa ove non di proprietà comunale, qualora le stesse risultino in situazione di disequilibrio.

Si evidenzia che nessun contributo può configurarsi per il richiedente come un rimborso totale delle spese e in nessun caso può essere superiore alla differenza tra le uscite e le entrate:

  • del bilancio dell’iniziativa, per i contributi di cui alla lettera a);
  • del bilancio consuntivo di competenza, per i contributi di cui alla lettera b).

Tra i contributi di cui alla lettera a) e quelli di cui alla lettera b) non sussistono incompatibilità. Sussistono invece incompatibilità, se richiesti per la medesima iniziativa, tra i contributi di cui alla lettera a) e quelli straordinari per iniziativa di cui all’art.12, comma 2, lettera a) del Regolamento delibera C.C, 161/2017, e quelli di compartecipazione di cui all’art. 12 comma 3 del medesimo Regolamento. Sussistono altresì incompatibilità tra i contributi di cui alla lettera b) e quelli straordinari per stato di difficoltà di cui all’art.12, comma 2, lettera b).

La richiesta di contributo, compilata utilizzando l’apposito modulo editabile sulla rete civica deve:

  • essere sempre e solo sottoscritta dal Legale Rappresentante del soggetto richiedente;
  • contenere gli elementi identificativi della tipologia del contributo, della posizione fiscale del soggetto richiedente e comprendere la sottoscrizione della dichiarazione di non far parte dell’articolazione politico-amministrativa di alcun partito, associazione politica, o associazione sindacale ai sensi della normativa sul finanziamento pubblico ai partiti politici;
  • contenere una relazione delle attività svolte negli anni 2020/2021.

Inoltre deve essere allegata la documentazione come segue:

  • a tutte le richieste deve essere allegata una scheda descrittiva degli elementi qualitativi caratterizzanti l'associazione (secondo lo schema di cui all'Allegato A al presente bando), con particolare riferimento a quelli di cui al l'art.5 del presente bando .

Inoltre:

  • alle richieste di cui alla lettera a) per iniziative, eventi, manifestazioni, che devono contenere il bilancio delle entrate e delle uscite previste per l’organizzazione dell’iniziativa, deve essere allegato l’ultimo bilancio consuntivo approvato secondo le proprie norme statutarie;
  • alle richieste di cui alla lettera b) per funzionamento, di associazioni che si trovano in situazione di disequilibrio, che devono contenere la relazione descrittiva dello stato di difficoltà che ha motivato la richiesta stessa in relazione alle attività programmate, devono essere allegati l’ultimo bilancio consuntivo approvato secondo le proprie norme statutarie ed il bilancio di previsione dell’anno di riferimento del contributo (2022)

Ammissione a concorrere

Con specifico provvedimento del Dirigente competente in materia di associazionismo vengono ammesse a concorrere le istanze regolarmente avanzate dai soggetti di cui all’art.2 che abbiano adempiuto, se associazioni, agli obblighi annuali di rinnovo iscrizione al registro comunale e di revisione a quello regionale di riferimento (o sia convalidata la loro iscrizione nel RUNTS, se operativo); se altri Soggetti del Terzo Settore siano in regola con l’invio della relazione annuale.

Nel caso in cui l’atto di ammissione a concorrere venga adottato prima della scadenza prevista per il rinnovo di iscrizione al registro comunale e/o per la revisione ai registri regionali (oppure alla convalida di iscrizione nel RUNTS) le associazioni non ancora regolarizzate verranno ammesse a concorrere con riserva e potranno beneficiare di un contributo soltanto se entro i termini previsti provvederanno agli adempimenti richiesti in ordine alla conservazione dell’iscrizione ai registri.

Si ricorda che, ai sensi dell’art.16 comma 2 del Regolamento C.C. 161/2017, in caso di omessa sottoscrizione, le richieste si intenderanno irricevibili.

Si ricorda altresì che non verranno ammesse a concorrere:

  • le richieste inoltrate da associazioni o enti che non risultino in possesso dei necessari requisiti per come precisati all’art.2 del presente bando;
  • le richieste presentate senza rispettare modalità e termini previsti all’art. 4 del bando.

Elementi qualitativi caratterizzanti le associazioni ed altri soggetti del terzo settore richiedenti

La Commissione Comunale Contributi di cui all’art. 11, comma 3, del Regolamento C.C. 161/2017 valuta le richieste ammissibili sia in merito alla pertinenza rispetto al presente Bando sia in relazione ai seguenti elementi qualitativi che le associazioni sono tenute ad esplicitare in un apposito allegato alla domanda di contributo:

  • radicamento dell'Ente nel territorio cittadino: anzianità di costituzione e continuità nell'attività svolta (ma anche associazione di nuova costituzione che propone attività innovative magari in relazione all'analisi di nuovi bisogni);
  • rilevanza dei fini istituzionali perseguiti in relazione agli scopi dell'amministrazione comunale
  • adesione alla Consulta Comunale delle Associazioni e partecipazione attiva alle attività della stessa;
  • coinvolgimento attivo nelle forme di co-programmazione e/o co-progettazione poste in essere con gli enti pubblici del territorio;
  • realizzazione di attività con il sostegno dell'amministrazione comunale (patrocinate, compartecipate etc.)
  • amministrazione condivisa di beni comuni del territorio livornese
  • utilità sociale delle eventuali attività secondarie svolte strumentalmente a quelle di interesse generale
  • trasparenza e accountability (rendicontabilità) dell'azione svolta
  • affidabilità dell'ente dimostrabile con l'adeguatezza delle struttura organizzativa e finanziaria rispetto ai fini istituzionali che intende perseguire
  • capacità di agire in sinergia con altri soggetti del terzo settore;
  • utilità sociale in relazione alla ricaduta concreta delle attività sulla comunità cittadina
  • gratuità dei servizi prestati alla cittadinanza;
  • partecipazione ad eventuali momenti formativi promossi dall'Amministrazione Comunale;
  • capacità generativa degli interventi proposti.

Assegnazione contributi

A conclusione dei lavori della Commissione Comunale Contributi, la Giunta Comunale approva il Piano delle Assegnazioni dei Contributi alle associazioni ed altri soggetti del terzo settore ritenuti meritori in relazione alle finalità ed alle attività programmate dalle stesse e per gli importi ritenuti adeguati tenendo conto dell’ammontare complessivo delle risorse disponibili.

In esecuzione della delibera di Giunta di cui sopra, il dirigente competente in materia di associazionismo assume gli atti di assegnazione dei contributi ed i relativi impegni di spesa.

Tutti gli atti di cui al presente articolo vengono pubblicati all’albo on line e viene data comunicazione degli stessi alle associazioni ed agli altri Soggetti del Terzo Settore interessati.

Liquidazione dei contributi

Ai fini della liquidazione, il destinatario del contributo è tenuto a presentare:

per i contributi lettera a): per iniziative, eventi, manifestazioni, non appena possibile e comunque entro il termine perentorio di 365 giorni dalla data di svolgimento dell’iniziativa, pena la revoca dell’assegnazione del contributo e la conseguente mancata liquidazione:

  • una relazione sull’avvenuto svolgimento dell’iniziativa;
  • il rendiconto economico-finanziario dell’iniziativa, firmato dal/dalla legale rappresentante;
  • copie della documentazione amministrativa a dimostrazione della spesa sostenuta;
  • dichiarazione, se non già resa al momento della presentazione della richiesta di contributo, circa l’assoggettamento alla ritenuta d’acconto prevista dal D.P.R. n. 600/73 art. 28, comma 2.

per i contributi lettera b): per il funzionamento :

  • il bilancio consuntivo di competenza afferente all’anno di riferimento del contributo;
  • relazione dell’attività svolta dall’associazione nell’anno di riferimento del contributo;
  • dichiarazione, se non già resa al momento della presentazione della richiesta di contributo, circa l’assoggettamento alla ritenuta d’acconto prevista dal D.P.R. n. 600/73 art. 28, comma 2.

Per documentazione amministrativa idonea a certificare le spese si intendono le fatture, ricevute, etc. intestate all’associazione.

La liquidazione dei contributi lettera a): per iniziative, eventi, manifestazioni è subordinata alla non sussistenza di un avanzo nel bilancio dell’iniziativa. La liquidazione dei contributi lettera b): per il funzionamento è subordinata alla non sussistenza di un avanzo di bilancio.

Assistenza alla compilazione

L’Ufficio Associazionismo, che offre assistenza agli interessati per la compilazione dei moduli telematici, è raggiungibile telefonicamente ai seguenti numeri 0586/824.179, 0586/824.194, 0586/824.195 0586/824.190 e via mail all'indirizzo associazioni@comune.livorno.it .

 

 

CONTRIBUTI PER L'ANNO 2021

BANDO ORDINARIO - Con riferimento al vigente Regolamento relativo ai rapporti con le Associazioni ed altri Soggetti del Terzo Settore,  con determina n. 6996 del 29/10/2020 adottata dalla dirigente del Settore Politiche Sociali e Sociosanitarie dr.ssa Arianna Guarnieri è stato indetto il bando per la presentazione delle domande di contributo ordinario per l’anno 2021. L'atto di ammissione a concorrere verrà adottato contestualmente all'ammissione a concorrere delle richieste inoltrate con riferimento al bando straordinario.

BANDO STRAORDINARIO - In esito alla delibera di Giunta n. 487 del 7 settembre 2021, con cui, in considerazione della straordinaria necessità ed urgenza nel fronteggiare gli effetti negativi che l'emergenza epidemiologica COVID-19 ha prodotto e sta producendo sul tessuto sociale cittadino, l'amministrazione comunale  ha stabilito di supportare il terzo settore con l'emanazione di un bando straordinario per l'assegnazione di contributi.

Con determina dirigenziale n. 6818 del 10 settembre 2021 è stato emanato il bando straordinario, che privilegia le richieste per iniziativa o attività generale avanzate da associazioni aderenti alla Consulta Comunale delle Associazioni e partecipanti attivamente alle attività della stessa, che abbiano sostenuto spese collegate all'emergenza covid o a causa dell'emergenza abbiano realizzato minori entrate. Non sono escluse richieste per funzionamento avanzate da associazioni in situazione deficitaria con bilanci in cui rilevi l'impatto dell'emergenza Covid;

Con atto dirigenziale n. 7896 del 22 ottobre 2021, con riferimento al bando ordinario ex determina n. 6996/2020, al bando straordinario ex determina n. 46818/2021 e direttamente  all'art.12, comma 2, lettere a) e b), è stata determinata l'ammissione a concorrere delle richieste regolarmente avanzate (Allegato A)  e la non ammissione a concorrere di quelle avanzate non conformemente a quanto previsto dalle norme regolamentari di riferimento e dai relativi bandi (Allegato B). All'ammissione a concorrere non consegue necessariamente l'erogazione del contributo, in quanto le richieste ammesse a concorrere saranno oggetto di esame di merito da parte della Commissione Comunale Contributi che, con riferimento agli orientamenti espressi dalla  Giunta Comunale e sulla base della disponibilità di risorse, formulerà una proposta di assegnazione da inoltrare alla Giunta medesima per la definitiva approvazione.

A conclusione dei lavori della Commissione Comunale Contributi, con delibera n. 711 del 7 dicembre 2021 è stato approvato il Piano delle Assegnazioni contributi per l'anno 2021 e con determina n. 9316 del 14 dicembre 2021 sono stati assegnati i contributi con riferimento bando ordinario ex determina n. 6996/2021 e direttamente all'art.12, comma 2, lettera b del Regolamento (Allegato A) e con riferimento al bando straordinario ex determina 6818/2022 (Allegato B) al ed è stato assunto il relativo impegno.

 

 

 

CONTRIBUTI PER L'ANNO 2020

Con determina n. 6401 del 13 ottobre 2020, per come integrata e parzialmente modificata con atto n.7926/2020,   adottata dalla dirigente del Settore Politiche Sociali e Sociosanitarie dr.ssa Arianna Guarnieri, con riferimento sia al Bando ordinario 2020 che al Bando Straordinario 2020 è stata determinata l'ammissione a concorrere delle richieste inoltrate dalle associazioni ed altri soggetti del terzo settore in possesso dei necessari requisiti e con le modalità e nei termini previsti dai rispettivi bandi. Conclusi i lavori della Commissione Comunale Contributi, con delibera di Giunta Comunale n. 609 del 1° dicembre 2020 è stato approvato il Piano delle Assegnazioni contributi per l'anno 2020.

 

 

Ufficio Rapporti con AUSL, autorizzazioni e coordinamento finanziario - Associazionismo, via Pollastrini, 5 - Terzo piano - 57123 LIVORNO.  Per informazioni è possibile rivolgersi ai seguenti recapiti: tel 0586/824.179  - 824.194 -  824.195 - 824.190;  fax 0586/518.073;  e-mail: associazioni@comune.livorno.it

 

 

Allegati

Share button

Torna in cima alla pagina