Semplificazione amministrativa - autocertificazioni

Cos'è l'autocertificazione
Una dichiarazione personale, sottoscritta dall’interessato, che sostituisce il normale certificato.

Chi può usarla

I cittadini italiani, i cittadini dell’Unione Europea, i cittadini dei Paesi extracomunitari in possesso di regolare permesso di soggiorno (limitatamente a dati e fatti certificabili o attestabili da soggetti pubblici italiani, salvo speciali disposizioni di legge).

A chi può essere presentata
L’autocertificazione può essere utilizzata nei rapporti con:
a) le pubbliche amministrazioni
b) i gestori di servizi pubblici (per erogazione di energia, trasporti, servizio postale, reti telefoniche, autostrade, ecc.)
c) i privati che lo consentono.

La previsione normativa
Il D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445 "Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa" prevede due diverse tipologie di autocertificazione:
a) le dichiarazioni sostitutive di certificazioni (si riferiscono ad informazioni preesistenti, già contenute in atti di una pubblica amministrazione);
b) le dichiarazioni sostitutive di atti di notorietà (riguardano informazioni, non comprese nei casi di cui alla lettera a), direttamente conosciute dalla persona che redige e sottoscrive la dichiarazione).

 

Ultimo aggiornamento: 14/04/2016 - A cura di: Ufficio Supporto Segretario Generale