Buone pratiche per il cittadino

Ultimo aggiornamento

Ultimo aggiornamento Giovedì, 22 Novembre, 2018 - 16:42

Anche i cittadini possono e devono collaborare per prevenire la diffusione degli insetti.

Il Comune di Livorno (tenendo conto delle prescrizioni del Dipartimento di Prevenzione Uff. Igiene e Sanità Pubblica dell’Azienda USL Toscana Nord Ovest), con specifica Ordinanza “Provvedimenti per la lotta mirata alle zanzare" in vigore fino al 15.11.2016 e consultabile tra gli allegati, prescrive i comportamenti corretti da attuare per evitare il ristagno d'acqua nei propri terreni, giardini ,orti e superfici scoperte.  

 LE AZIONI CHE OGNI CITTADINO DEVE COMPIERE

Si raccomanda di non far effettuare al solo scopo preventivo trattamenti adulticidi con prodotti abbattenti, in quanto assolutamente inefficaci, di forte impatto ambientale e in grado di selezionare popolazioni di Culicidi resistenti ai comuni insetticidi. Tali trattamenti, inoltre, risultano efficaci per un breve lasso di tempo.

Di seguito alcune semplici regole da seguire: 

  • Non lasciare oggetti e contenitori, di qualsiasi natura e dimensione, dove può raccogliersi acqua piovana.
  • Vuotare e pulire i contenitori utilizzati all'interno delle proprietà private (sottovasi, secchi, annaffiatoi, bidoni, ecc.) almeno una volta ogni 5-6 giorni, disperdendo l'acqua sul terreno.
  • Nel caso in cui sia necessario usare riserve d’acqua in contenitori per l’irrigazione, ricordarsi di coprirli con zanzariere ben tese o con coperchi a tenuta ermetica.
  • Posare intorno alla base dei vasi (quando non può essere tolta) un filo di rame non isolato di almeno 20 grammi che inibisce lo sviluppo delle larve di zanzara.
  • Ispezionare le grondaie perché non risultino ostruite e l'acqua possa defluire rapidamente.
  • Sistemare nelle fontane ornamentali e nelle vasche pesci rossi o gambusie (predatori delle larve).
  • Spruzzare settimanalmente un comune insetticida domestico nell'acqua dei tombini e dei pozzetti situati all'interno delle proprietà private oppure collocarvi pasticche antilarvali (prodotti biologici). Eventualmente coprire coprire anche con una zanzariera.
  • Comunicare agli enti preposti la presenza di eventuali larve o focolai in punti in cui è particolarmente difficile l’intervento del singolo cittadino. 

Share button

Torna in cima alla pagina