Coppa Barontini: la gara

Ultimo aggiornamento

Ultimo aggiornamento Giovedì, 15 Novembre, 2018 - 18:00

La manifestazione remiera è nata nel 1966 per ricordare il livornese Ilio Barontini, leggendario Comandante partigiano, membro della Assemblea costituente e Senatore della Repubblica, scomparso nel 1951. Si tratta di una gara a cronometro il cui percorso si dipana lungo il classico tragitto dei fossi con una partecipazione entusiasta e colorata di spettatori e sostenitori che si sporgono così tanto dalle "spallette" da dare perfino l'impressione, nei momenti di maggiore tensione agonistica, di spingere gli stessi vogatori, tanto è l'entusiasmo e la partecipazione per questa manifestazione dove rematori e tifosi sono quasi a contatto di gomito. Le barche in competizione, gozzi a 4 e 10 remi con timoniere che rappresentano i tradizionali rioni cittadini, gareggiano in due distinte batterie e partono una dietro l'altra, a intervelli stabiliti, dallo slargo del Pontino; qui fanno ritorno per concludere la propria prestazione. La rivalità agonistica è fortissima, tanto entusiasmante ed incandescente sia sulle barche che lungo le spallette e gli scalandroni, perchè c'è l'orgoglio e la consapevolezza di poter vincere una competizione sportiva "unica" che si distingue, per la sua ambientazione e la particolarità del campo di gara,  sia dal Palio che dalla Risi'atori, e consente di portare a casa uno dei più ambiti trofei della stagione remiera.

Share button

Torna in cima alla pagina