Quarta edizione di "Le Lezioni di Cinema"

Sette lezioni al Museo di Storia del Mediterraneo e due proiezioni di film al Centro Artistico Il Grattacielo organizzate da 50&Più Università di Livorno in collaborazione con Erasmo Libri, Centro Studi Commedia all'italiana, Circolo Kinoglaz, Centro artistico Il Grattacielo, Museo di Storia naturale del Mediterraneo e con il patrocinio della Provincia di Livorno e del Comune di Livorno

Quando: 
Sabato 9 Novembre 2019, ore 17:00
Dove: 
Auditorium del Museo di Storia del Mediterraneo
via Roma 23457127 Livorno , LI
Descrizione: 

Sono riprese da sabato 26 ottobre, presso l’Auditorium del Museo di Storia del Mediterraneo di via Roma, LE LEZIONI DI CINEMA, annuale appuntamento per gli appassionati della settima arte organizzato a cura di 50&Più Università di Livorno, in collaborazione con Erasmo Libri, Centro Studi Commedia all'italiana, Circolo Kinoglaz, Centro artistico Il Grattacielo, Museo di Storia naturale del Mediterraneo, con il patrocinio della Provincia di Livorno e del Comune di Livorno.
Dopo i registi, gli attori italiani e l’analisi di significativi temi cinematografici, tematiche affrontate nelle scorse edizioni, questa quarta edizione de Le Lezioni di Cinema verterà sulla poetica dei più importanti AUTORI STRANIERI.
Il ciclo d’incontri, da un’idea di Massimo Ghirlanda, vedrà l’alternarsi di studiosi e critici cinematografici che imposteranno la loro lezione sulla narrazione e sulla visione di alcuni spezzoni di film.
Gli incontri (sette lezioni e due proiezioni) si svolgeranno, dal 26 ottobre 2019 al 22 febbraio 2020, al Museo di Storia Naturale del Mediterraneo di Livorno di via Roma 234, e al Centro artistico Il Grattacielo di via del Platano 6.

La seconda lezione, in programma per sabato 9 novembre, ore 17.00, presso la Sala del Mare (delle Balene) del Museo di Storia del Mediterraneo di via Roma, sarà tenuta dal critico cinematografoco Pier Dario Marzi che racconterà QUENTIN TARANTINO (USA) C’era una volta Quentin. Schegge di Tarantino.

Quentin Tarantino ha un universo cinematografico ormai ben definito, dai contorni talmente netti che una sequenza di un certo tipo può ormai definirsi "tarantiniana". Quali siano le caratteristiche del suo cinema è al centro, da anni ormai, di proficue analisi semiologiche, attenti studi ed approfondimenti di critici ed esperti del settore, financo filosofi e psicologi. Raccogliendo in parte alcuni di questi studi specifici, il mio intervento di Sabato 9 novembre sarà incentrato su un aspetto importante del mondo poetico di Tarantino, ovvero sulla sua rappresentazione della sessualità, dell'erotismo e, di conseguenza, sull'immagine della donna che emerge dai suoi film. Intersecando l'analisi dei film (con la riproposizione di sequenze a partire dal primo film, da Le iene, passando per i suoi capolavori ed arrivando all'ultimo C'era una volta Hollywood) con la scoperta di alcuni momenti chiave della biografia dell'autore, cercheremo di definire questi aspetti anche come rivelatori del mondo di riferimento del suo cinema, intriso di motivi e suggestioni attualissime, nonostante l'apparente amore per il retrò che caratterizza il nostro Quentin.
Quentin Jerome Tarantino (Knoxville, 27 marzo 1963) regista, sceneggiatore, attore e produttore cinematografico statunitense, iniziò la sua carriera come regista all'inizio degli anni novanta, raggiungendo il successo di critica con il film di debutto Le iene.
Pier Dario Marzi, docente di Storia e Filosofia presso il liceo Vallisneri di Lucca è esperto di linguaggio del cinema e in tale ambito è promotore e curatore di cineforum, di incontri sul cinema, è vice presidente del Cineforum Ezechiele 25,17 di Lucca, collabora alla rivista specializzata Cabiria e al periodico OreUndici, ha realizzato oltre cento cortometraggi in ambito didattico e documentari vincitori di premi in diversi concorsi (l’ultimo suo lavoro è L’allenatore errante, documentario sull’allenatore Ernst Erbstein)  integrandoli con corsi di formazione sul linguaggio del cinema la cui didattica promuove nelle scuole da più di venti anni.


Costo

 

ogni singola lezione ha un costo di € 7,00 intero; € 5,00 ridotto per associati 50&Più, Centro Studi Commedia all’Italiana, Circolo Kinoglaz, giovani fino a 25 anni. È possibile fare un abbonamento alle sette lezioni con uno sconto (una lezione sarà gratis).


 

Area tematica: 

Contatti ed altre informazioni

INFO: 50&Più via Serristori, 15 – tel. 0586881128 – 3284121780 – livornouniversita@gmail.com

Share button

Torna in cima alla pagina