bordo news
Soldati italiani della Divisione Friuli in Corsica

Domenica 5 ottobre alle ore 10.00 al Cimitero comunale ?La Cigna?

65? anniversario della battaglia dell?Esercito italiano in terra di Corsica

La prima vittoria delle rinate forze armate italiane contro i nazifascisti

Livorno, 3 ottobre 2008 - Sono sepolti al Cimitero comunale di Livorno molti dei caduti della gloriosa Divisione Friuli. All’indomani dell’armistizio dell’8 settembre 1943 la Divisione, insieme agli altri corpi italiani di stanza in Corsica, decise di non consegnare le armi e combattè eroicamente riuscendo a liberare l’isola dall’occupazione tedesca. Fu la prima vittoria del rinato Esercito italiano contro i nazifascisti. Uno di quei fatti storici che rappresenta una tappa importante nel processo che ha portato alla Liberazione e alla nascita della Repubblica Italiana.
Quest’anno, il 65° anniversario dell’evento sarà celebrato con una cerimonia che si terrà domenica 5 ottobre alle ore 10.00 al Sacrario dei Caduti del Cimitero comunale “La Cigna” (Cimitero dei Lupi). Saranno presenti il sindaco di Livorno Alessandro Cosimi, delegazioni dell’Anpi di Livorno e del Valdarno, dell’Associazione Reduci della Divisione Friuli, dell’Anppia di Livorno e dell’Associazione nazionale Ex Internati. La cerimonia prevede alle ore 10.00 la celebrazione di una messa e alle ore 10.30 la deposizione delle corone alla presenza del Picchetto del Presidio militare provinciale.

Il fatto
Al momento dell’armistizio, annunciato la sera dell'8 settembre 1943 mentre le forze alleate sbarcavano a Salerno, l'esercito italiano si trovò abbandonato a sé stesso dal re e da Badoglio. Le nostre divisioni furono facilmente disarmate dai Tedeschi e 600mila soldati, fatti prigionieri, furono inviati nei campi di concentramento in Germania. Alcuni reparti, invece, combatterono con valore, come quelli di stanza in Corsica, che riuscirono a cacciare i Tedeschi e a facilitare lo sbarco alleato. Gli scontri durarono quasi un mese e vi morirono più di 600 soldati italiani, di cui 143 appartenenti alla Divisione Friuli.
Nel 1964 l’Associazione nazionale Reduci della Friuli ottenne dal Governo italiano che le salme dei caduti della Divisione fossero traslate in Italia, nel Sacrario posto nel Cimitero di Livorno.

separatore Pagina