bordo news
11 novembre 2017: il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, con il sindaco Nogarin e una delegazione di volontari ricevuti a Palazzo Comunale

La consegna dell'assegno č avvenuta sabato 11 novembre a Palazzo Comunale

I cittadini di Amatrice hanno donato pių di 10mila euro ai livornesi colpiti dall'alluvione

Il sindaco Filippo Nogarin ha ricevuto il sindaco Sergio Pirozzi, insieme a una delegazione di volontari della cittadina colpita dal terremoto dell'agosto 2016

Livorno, 11 novembre 2017 – Incontro, nella mattinata di oggi, sabato 11 novembre, tra il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, e il sindaco di Livorno, Filippo Nogarin.

Il sindaco Pirozzi, insieme a una delegazione di volontari della sua cittadina tragicamente colpita dal terremoto dell'estate 2016, è stato ricevuto nella Sala delle Cerimonie del Palazzo Comunale.

L'occasione della visita è stata rappresentata dalla consegna di un assegno intestato al Comune di Livorno, con i fondi (ben 10.864,35 euro) raccolti in occasione di una sottoscrizione a favore dei cittadini colpiti dall'alluvione del 10 settembre scorso.

Ma, al di là delle donazione, il sindaco Pirozzi ha tenuto a sottolineare il suo desiderio di poter abbracciare e ringraziare i tanti operatori e volontari livornesi che si sono prodigati per aiutare la gente di Amatrice, e che in queste ultime settimane si sono trovati a dover fronteggiare l'emergenza alluvione. Pierozzi ha raccontato come, subito dopo aver appreso dei tragici fatti del 10 settembre, ha sentito il bisogno di chiamare il sindaco Nogarn per esprimergli vicinanza.

Nogarin ha riferito di essersi veramente commosso alla notizia di un assegno conferito a Livorno, perché è il frutto di fondi raccolti da gente che ha perso tutto ma che non ha voluto far mancare il proprio contributo e la propria solidarietà a chi è venuto a trovarsi in analoghe difficoltà in seguito ad eventi naturali che in brevissimo tempo possono sconvolgere la vita delle persone.

I due sindaci hanno voluto rimarcare il valore simbolico dell'amicizia nata in questi mesi, che va al di là delle differenze di schieramento politico, e hanno detto di trovarsi concordi nella riflessione sulle questioni politiche e normative che danno opportunità e nello stesso tempo creano difficoltà a chi, a livello locale, si trova a dover gestire le conseguenze delle calamità naturali.

separatore Pagina