bordo news
Rifiuti ammassati davanti alle case dopo l'alluvione del 10 settembre - Foto gentilmente concesse dalla Guardia di Finanza

I camion compiono 20 viaggi al giorno

Parcheggio di via Gioberti, procede la rimozione dei rifiuti stoccati dopo l'alluvione

L'assessore Vece assicura che nonostante la fase di emergenza i rifiuti sono stati differenziati il più possibile

Livorno, 22 settembre 2017 – Per snellire le operazioni di stoccaggio di tutti i rifiuti ingombranti generati dall’evento alluvionale di domenica 10 settembre, il Comune di Livorno ha dovuto individuare alcune aree ad hoc dove depositare tutto il materiale rimosso dalle strade, dai campi, dall'aveo dei fiumi e dalle case. Nonostante la fase di emergenza l’Amministrazione Comunale, attraverso l’Ufficio Ambiente, è riuscita comunque a differenziare il più possibile il materiale raccolto. L'aree del parcheggio tra via Gioberti e via Allende e quella del parcheggio tra via Allende e via Cattaneo sono risultate le zone più idonee – perché dotate di una pavimentazione impermeabile e non troppo distanti dai luoghi maggiormente colpiti – allo stoccaggio, in mucchi separati, di materiali ingombranti e di materiale inerte (principalmente terra e vegetazione). L’area del parcheggio in prossimità del Modigliani Forum a Porta a Terra (quella adibita agli spettacoli viaggianti) è stata destinata, invece, al deposito dei veicoli danneggiati.

Le circa 6.000 tonnellate di rifiuti depositate nel parcheggio di via Gioberti sono attualmente in corso di rimozione. I mezzi adibiti al trasporto di questi materiali in discarica e nei centri di smaltimento effettuano una media di 20 viaggi al giorno. Dato che nessun altro materiale verrà aggiunto (già da alcuni giorni è stata individuata in via dei Materassai, zona Picchianti, una nuova area dove conferire i rifiuti urbani prima dell’avvio al loro recupero o smaltimento) si stima che entro due settimane l’area dovrebbe essere totalmente ripristinata.

"Oltre a ringraziare tutta la cittadinanza per lo sforzo notevole profuso per il superamento della fase emergenziale più acuta – dichiara l'assessore all'ambiente Giuseppe Vecechiedo inoltre ai residenti della zona di dare un loro contributo con un minimo di pazienza, considerando che questo loro disagio nel vedere così tanto materiale nel loro quartiere è stato per molti altri cittadini un fondamentale aiuto per velocizzare l'enorme operazione di pulizia e permettere a molte altre persone il ritorno alle proprie abitazioni il prima possibile"

separatore Pagina