bordo news
Rifiuti ammassati davanti alle case dopo l'alluvione del 10 settembre - Foto gentilmente concesse dalla Guardia di Finanza

Ordinanza del sindaco a tutela delle condizioni igienico sanitarie dell’ambiente

Una nuova area temporanea di raccolta nel parcheggio di via dei Materassai

Individuata anche l’area di parcheggio di Largo dei Risicatori da attivare solo in caso di necessità

Livorno, 19 settembre 2017 – Per lo smaltimento dell’ingente quantitativo di rifiuti urbani determinati dall’alluvione del 10 settembre, il sindaco Nogarin ha emesso una nuova ordinanza - ad integrazione della precedente sulle aree provvisorie di stoccaggio - per garantire il funzionamento e la gestione del servizio di igiene ambientale.
L’ordinanza prevede che si attivi una nuova area temporanea di raccolta dove conferire i rifiuti urbani prima dell’avvio del loro recupero o smaltimento. L’area è il parcheggio di via dei Materassai (zona Picchianti). Vi possono conferire i rifiuti sia i privati cittadini che i soggetti coinvolti nell’ambito della gestione dell’emergenza.
L’ordinanza individua anche un’altra area nel parcheggio situato in Largo Risicatori (area compresa tra via dell’Artigianato, via degli Arrotini e via dei Cordai) per i rifiuti urbani, anche ingombranti, ma che sarà attivata soltanto laddove i flussi di rifiuti lo richiedessero.
L’area del parcheggio tra via Gioberti e via Allende (area esterna davanti al centro di raccolta A.AM.PS) sarà liberata e restituita alla città. Al momento resta attiva solo per i flussi in uscita.
Viene mantenuta attiva l’area di parcheggio tra via Allende e via Cattaneo (area esterna davanti al centro di raccolta A.AM.P.S) ma solo per la raccolta temporanea dei rifiuti urbani ingombranti.
• In allegato il testo dell’ordinanza


 

separatore Pagina