bordo news

90mila euro per il ripistino della struttura

Scuole Bartolena, si lavora per la riconsegna in sicurezza prima dell'avvio delle lezioni

Trasferite tre aule, primi interventi all'ascensore

Livorno 13 settembre 2017 – In vista della riapertura di venerdì 15, quando il suono della campanella darà avvio al nuovo anno scolastico, procedono a ritmo serrato i lavori alla scuola media Marconi Bartolena di Piazza San Simone.

La struttura, infatti, risulta quella ad aver subito il maggior numero di danni nel violento nubifragio dello scorso sabato notte.

Dei complessivi 135 mila euro stimati per i lavori di messa in sicurezza delle infrastrutture e strutture comunali dopo il nubifragio (si tratta di una primissima valutazione, esclusi naturalmente i costi degli interventi di pronto intervento effettuati dalla Protezione civile comunale), 90 mila riguardano infatti solo le Bartolena.
I danni solo legati principalmente all'allagamento della struttura, all'impianto elettrico e all'ascensore.

A rimuovere il fango, fin dalla giornata di domenica, sono stati i volontari della Protezione Civile di Firenze e Treviso, inviati dalla Protezione civile regionale, la quale è stata immediatamente chiamata dal Comune durante il primo sopralluogo alla scuola.

“Ringrazio i volontari per il loro supporto fondamentale fin dalle prime ore dopo il disastro – così la vicesindaco Stella Sorgente, presente per un nuovo sopralluogo stamani accanto ai tecnici del Comune e agli operai della ditta incaricata dei lavori – ringrazio anche la dirigente, la responsabile di plesso e il responsabile del servizio di prevenzione e protezione della scuola e tutto il personale scolastico per quanto fatto fin qui e la costante collaborazione. E' una corsa contro il tempo, ma insieme sono certa ce la faremo a riaprire la scuola nelle migliori condizioni possibili per i ragazzi”.

Da questa mattina sono ripartite intanto le pompe per la funzionalità dei servizi igienici al piano terreno. Delle tre classi presenti, una è stata dislocata nell'aula professori, mentre le altre due sono state spostate provvisoriamente ai piani superiori.

Si lavora nel frattempo a delimitare l'area inagibile con pannelli e un'apposita recinzione, che sarà installata da ASA spa, impegnata sul posto in queste ore per interventi sui suoi impianti.

Per quanto riguarda l'ascensore, risulta invece ancora momentaneamente fuori uso, dato che è stato totalmente invaso dall'acqua, arrivata ad un'altezza di circa un metro e mezzo. Stamani sono stati effettuati i primi interventi, anche se per il suo completo ripristino occorrerà attendere ancora qualche tempo.

L'Amministrazione ha già predisposto dei pronti interventi per i lavori già affettuati agli infissi e al sistema idraulico, ai quali seguirà anche uno storno dal fondo di riserva del bilancio comunale di circa 22 mila euro, finalizzato al ripristino dell'ascensore.

Stante la situazione attuale delle varie strutture scolastiche che viene costantemente monitorata, l'Amministrazione comunale ritiene che ci siano le condizioni per iniziare regolarmente l'anno scolastico venerdì 15 settembre, come da calendario regionale, salvo eventuali stati d'allerta meteo che potrebbero essere comunicati dalla Regione nelle prossime ore.

In allegato due foto della scuola prima e dopo l'intervento di pulizia

separatore Pagina