Casi di esclusione e rimedi

Quali sono i casi di esclusione del diritto di accesso
Non sono ammesse istanze di accesso a categorie indefinite di documenti, finalizzate ad un controllo generalizzato sull’operato dell’Amministrazione Comunale.
Sono esclusi dal diritto di accesso i documenti amministrativi rientranti in alcune categorie previste dalla legge o da regolamento, tra le quali documenti coperti da segreto o da divieto di divulgazione, nei procedimenti tributari, nei confronti dell’attività diretta all’emanazione di atti normativi, amministrativi generali, di pianificazione e di programmazione, nei procedimenti selettivi per documenti contenenti informazioni di carattere psico-attitudinale relativi a terzi.
Il diritto di accesso può, inoltre, essere limitato o differito, con particolare riferimento ad esigenze di tutela della riservatezza oppure quando la conoscenza dei documenti possa impedire o pregiudicare lo svolgimento dell’azione amministrativa, fatto salvo il diritto degli interessati ad accedere a documenti la cui conoscenza sia necessaria per curare o difendere i loro interessi giuridici.

Quali sono i rimedi in caso di rigetto della richiesta
I cittadini che incontrano impedimenti all’esercizio del diritto di accesso o nei casi di rigetto dell’istanza espresso o tacito (per decorrenza del termine di 30 giorni senza avere ricevuto risposta), possono presentare un ricorso al Difensore Civico dell’Ente oppure al Tribunale Amministrativo Regionale.
Il ricorso può essere presentato personalmente e la parte può stare in giudizio senza l’ausilio di difensore.

Ultimo aggiornamento: 22/10/2012 - A cura di: Ufficio Supporto Segretario Generale