I.R.PE.F. - Addizionale Comunale

L'ADDIZIONALE COMUNALE ALL'I.R.PE.F. è stata istituita dal D.Lgs. n. 360/1998, e successive modificazioni, nell'ambito dell'avvio del decentramento fiscale.

L'addizionale comunale è articolata in due aliquote distinte:

  • un'aliquota uguale per tutti i Comuni, stabilita con decreto del Ministro dell'Economia e delle Finanze, che dispone anche la corrispondente riduzione delle aliquote I.R.PE.F.;
  • un'altra opzionale, che può essere istituita e determinata da ciascun Comune con propria delibera di Consiglio, tenendo presente che la variazione dell'aliquota di compartecipazione non può eccedere complessivamente 0,8 punti percentuali. 

Il Comune di Livorno ha istituito l'addizionale a decorrere dall'anno 2000. Lo specifico regolamento per l'applicazione dell'addizionale comunale all'I.R.PE.F. è stato adottato con deliberazione C.C. n. 59/29.03.2007, mentre con deliberazione C.C. n. 45 del 5/3/2015 è stato approvato il nuovo testo integrale dello stesso Regolamento.

L'addizionale comunale è riscossa materialmente dallo Stato; le somme incassate vengono poi ripartite fra gli enti locali.

 

L'ALIQUOTA

L'art. 2 del vigente Regolamento stabilisce che, a decorrere dal 1° gennaio 2015, l’aliquota di compartecipazione dell’addizionale comunale all’imposta sul reddito delle persone fisiche del Comune di Livorno è determinata nella misura di 0,8 punti percentuali.

NOTA BENE

Ai sensi dell'art. 1, comma 69 della L. n. 296/2006, con Delibera C.C. n. 115/2016 (di approvazione del Bilancio preventivo 2016, consultabile in queste pagine alle sezione DELIBERE) viene confermata per il 2016 la sopra indicata aliquota pari a 0,8 punti percentuali. In conformità a quanto stabilito dalla L. 11/12/2016 n. 232 (Legge di Bilancio) l'aliquota resta bloccata a 0,8 punti percentuali anche per il 2017.

Sempre ai sensi dello stesso art. 2 del vigente Regolamento non sono stabilite soglie di esenzione.

 

CHI PAGA L'ADDIZIONALE I.R.PE.F.

Sono obbligati al pagamento dell'addizionale comunale I.R.PE.F. tutti i contribuenti per i quali risulta dovuta l'I.R.PE.F. nell'anno di riferimento, dopo aver scomputato tutte le detrazioni ed i crediti d'imposta. Soggetti passivi sono dunque tutte le persone fisiche.

Non sono soggetti all'addizionale I.R.PE.F.:

  • i contribuenti soggetti all'I.RE.S.;
  • i contribuenti che possiedono solo redditi esenti I.R.PE.F.;
  • i contribuenti che possiedono soltanto redditi soggetti ad imposta sostitutiva dell' I.R.PE.F., salvo che, avendone la facoltà, abbiano optato per la tassazione ordinaria facendoli concorrere alla formazione del reddito complessivo;
  • i contribuenti che non sono tenuti a versare l' I.R.PE.F. in quanto inferiore al limite stabilito dalla normativa.

 

REDDITI DA LAVORO DIPENDENTE

Per i redditi da lavoro dipendente e assimilati, l'addizionale comunale è determinata dai sostituti d'imposta al momento delle operazioni di conguaglio. L'aliquota da applicare è quella fissata dal Comune in cui il contribuente ha domicilio fiscale al 1° gennaio dell'anno di riferimento o, nel caso di conguaglio nel corso dell'anno, dove ha domicilio al momento del conguaglio.

Per i sostituti con molti dipendenti diffusi sul territorio, è necessario quindi reperire le aliquote adottate dai vari comuni e pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale. A tale scopo è possibile consultare l'elenco di dette delibere sul sito del Ministero dell'Economia e delle Finanze.

 

MODALITA' DI PAGAMENTO

I contribuenti determinano l'importo dovuto applicando l'aliquota al reddito complessivo determinato ai fini I.R.PE.F., al netto della deduzione per l'abitazione principale e degli oneri deducibili riconosciuti per l'I.R.PE.F. stessa.

Le modalità di versamento dell'addizionale comunale sono state fissate con decreto del Ministero delle Finanze del 5.10.2007. E' possibile effettuare il pagamento presso l'Agente della Riscossione, la banca o gli uffici postali, utilizzando il modello di versamento unitario F24 ed inserendo il corretto codice del tributo (da associare al codice catastale del Comune di Livorno E625). Si riportano di seguito i principali codici; per quanto qui non indicato occorre consultare il Sito internet www.agenziaentrate.gov.it:

  • 3843 addiz. comunale I.R.PE.F. autotassazione – acconto;
  • 3844 addiz. comunale I.R.PE.F. autotassazione – saldo;
  • 3845 addiz. comunale I.R.PE.F. trattenuta dal sostituto di imposta mod. 730 – acconto;
  • 3846 addiz. comunale I.R.PE.F. trattenuta dal sostituto di imposta mod. 730 – saldo;
  • 3847 addiz. comunale I.R.PE.F. trattenuta dal sostituto di imposta – acconto;
  • 3848 addiz. comunale I.R.PE.F. trattenuta dal sostituto di imposta – saldo.

Il codice IBAN identificativo del conto corrente postale attivato dal Comune di Livorno per il versamento dell'addizionale comunale all'IRPEF è il seguente: IT82A0760113900000086588944.

Per i redditi da lavoro dipendente e assimilati sono i sostituti d'imposta ad effettuare il versamento entro il giorno 16 del mese successivo a quello in cui gli importi sono trattenuti.
Per i possessori di redditi diversi, invece, la determinazione ed il pagamento dell'addizionale avverranno in occasione della dichiarazione dei redditi.

 

 

Ultimo aggiornamento: 13/06/2017 - A cura di: Ufficio IMU, stralcio ICI, Canone Ricognizione Dominio