Sabato 10 febbraio, ore 21.30 - Michele crestacci in "Un'ora di buio" al Nuovo Teatro delle Commedie

Sabato 10 febbraio alle ore 21.30 Michele crestacci in "Un'ora di buio" al Nuovo Teatro delle Commedie, via G.M.Terreni 5.

Il nuovo spettacolo di Michele Crestacci che non si vede

bù·io/
aggettivo e sostantivo maschile
1.
aggettivo
Senza luce, che non permette (o solo relativamente) la visibilità: stanzino b.; vicolo b.; cielo b., in cui si addensano le nuvole.
fig.
Preoccupante, minaccioso: un avvenire b.; triste, penoso, difficile: attraversare un periodo b.; preoccupato, accigliato: apparire b. in volto; non com., difficile a comprendersi.
“un brano piuttosto b.”
2.
sostantivo maschile
Oscurità; tenebra notturna, notte: rimanere al b.; b. fitto, b. pesto, assoluto; prima di b., prima che cali la notte; a b., verso sera.
Farsi buio, annottare.
Far buio per la strada, rientrare molto dopo il tramonto.
fig.
Ignoranza: essere al b. di una cosa, ignorarla; tenere al b. qualcuno, tenerlo all’oscuro, non informarlo di qualcosa; anche, mistero, estrema incertezza.
Salto nel buio, vedi salto.
Aprire al buio (o fare il buio ), nel poker, dichiarare di stare al gioco, pagando la relativa posta, prima ancora di aver visto le carte, col vantaggio di parlare per ultimo e di poter rilanciare.
scherz.
Prigione: finire al b. (vedi anche gattabuia).
Origine
Lat. *burium, der. di burrus ‘rosso scuro’ •inizio sec. XIV.

Ingresso 12 euro

info: 05861864087/ 3479708503 – info@nuovoteatrodellecommedie.it

 

 

Ultimo aggiornamento: 05/02/2018