Indicatore annuale di tempestivitÓ dei pagamenti 2015

Ai sensi dell’art. 33 del decreto legislativo n. 33/2013 e s.m.i. e considerato il d.p.c.m. 22/09/2014, il quale definisce gli schemi e le nuove modalità di calcolo e di pubblicazione dell’indicatore annuale di tempestività dei pagamenti, l’amministrazione ha provveduto all’elaborazione dell’indicatore annuale di tempestività dei pagamenti relativo all’esercizio 2015, il quale risulta pari a 48,18 calcolato come la somma, per ciascuna fattura emessa a titolo corrispettivo di una transazione commerciale, dei giorni effettivi intercorrenti tra la data di scadenza della fattura o richiesta equivalente di pagamento e la data di pagamento ai fornitori moltiplicata per l'importo dovuto, rapportata alla somma degli importi pagati nel periodo di riferimento.

 

Indicatore annuale di tempestività dei pagamenti relativo al quarto trimestre 2015

Ai sensi dell’art. 33 del decreto legislativo n. 33/2013 e s.m.i. e considerato il d.p.c.m. 22/09/2014, il quale definisce gli schemi e le nuove modalità di calcolo e di pubblicazione dell’indicatore trimestrale di tempestività dei pagamenti, l’amministrazione ha provveduto all’elaborazione dell’indicatore trimestrale di tempestività dei pagamenti relativo al quarto trimestre 2015, il quale risulta pari a 26,85 calcolato come la somma, per ciascuna fattura emessa a titolo corrispettivo di una transazione commerciale, dei giorni effettivi intercorrenti tra la data di scadenza della fattura o richiesta equivalente di pagamento e la data di pagamento ai fornitori moltiplicata per l'importo dovuto, rapportata alla somma degli importi pagati nel periodo di riferimento.

 

Indicatore annuale di tempestività dei pagamenti relativo al terzo trimestre 2015

Ai sensi dell’art. 33 del decreto legislativo n. 33/2013 e s.m.i. e considerato il d.p.c.m.  22/09/2014, il quale definisce gli schemi e le nuove modalità di calcolo e di pubblicazione dell’indicatore trimestrale di tempestività dei pagamenti, l’amministrazione ha provveduto all’elaborazione dell’indicatore trimestrale di tempestività dei pagamenti relativo al terzo trimestre 2015, il quale risulta pari a  23,80 calcolato come la somma, per ciascuna fattura emessa a titolo corrispettivo di una transazione commerciale, dei giorni effettivi intercorrenti tra la data di scadenza della fattura o richiesta equivalente di pagamento e la data di pagamento ai fornitori moltiplicata per l'importo dovuto, rapportata alla somma degli importi pagati nel periodo di riferimento.

 

Indicatore annuale di tempestività dei pagamenti relativo al secondo trimestre 2015

Ai sensi dell’art. 33 del decreto legislativo n. 33/2013 e s.m.i. e considerato il d.p.c.m.  22/09/2014, il quale definisce gli schemi e le nuove modalità di calcolo e di pubblicazione dell’indicatore trimestrale di tempestività dei pagamenti, l’amministrazione ha provveduto all’elaborazione dell’indicatore trimestrale di tempestività dei pagamenti relativo al secondo trimestre 2015 , il quale risulta pari a  57,09 calcolato come la somma, per ciascuna fattura emessa a titolo corrispettivo di una transazione commerciale, dei giorni effettivi intercorrenti tra la data di scadenza della fattura o richiesta equivalente di pagamento e la data di pagamento ai fornitori moltiplicata per l'importo dovuto, rapportata alla somma degli importi pagati nel periodo di riferimento.

Indicatore annuale di tempestività dei pagamenti relativo al primo trimestre 2015

Ai sensi dell’art. 33 del decreto legislativo n. 33/2013 e s.m.i. e considerato il d.p.c.m. 22/09/2014, il quale definisce gli schemi e le nuove modalità di calcolo e di pubblicazione dell’indicatore trimestrale di tempestività dei pagamenti, l’amministrazione ha provveduto all’elaborazione dell’indicatore trimestrale di tempestività dei pagamenti relativo al primo trimestre 2015, il quale risulta pari a 90,57, calcolato come la somma, per ciascuna fattura emessa a titolo corrispettivo di una transazione commerciale, dei giorni effettivi intercorrenti tra la data di scadenza della fattura o richiesta equivalente di pagamento e la data di pagamento ai fornitori moltiplicata per l'importo dovuto, rapportata alla somma degli importi pagati nel periodo di riferimento.

 

 

Ultimo aggiornamento: 23/03/2017