Balneazione

Prima dell'inizio della stagione balneare i Comuni provvedono a delimitare le aree non adibite a balneazione (porti, ecc.) e quelle permanentemente vietate che ricadono nel loro territorio.

In tutte le altre aree, dal 1 Aprile al 30 Settembre, ARPAT effettua periodicamente, a tutela della salute dei bagnanti, il monitoraggio della qualità igienico-sanitaria delle acque, in particolare per quanto riguarda i parametri microbiologici Escherichia coli e Enterococchi intestinali.

Tra gli allegati è possibile consultare la normativa vigente relativa alla gestione delle acque di balneazione.

 

 

Ultimo aggiornamento: 17/01/2018