Venerd́ 10 novembre, ore 21 - XXIII Edizione del Premio Ciampi al the Cage Theatre

La canzone d'autore come ogni anno torna protagonista a Livorno con il Premio "Piero Ciampi-Città di Livorno", la rassegna dedicata al poeta e musicista scomparso prematuramente nel 1980, organizzata dall'associazione culturale Premio Ciampi con il contributo di Regione Toscana, Comune di Livorno, Fondazione Livorno, Fondazione Teatro Goldoni, Arci Livorno. Una manifestazione, giunta alla sua ventitresima edizione, che negli anni ha portato la città ad essere un punto di riferimento importante per quanto riguarda la scena musicale nazionale.

Da Livorno infatti, grazie al Premio Ciampi, hanno iniziato la carriera molti artisti come Bandabardò, La Crus, Brunori sas, Offlaga Disco Pax, Debora Petrina, Gatti Mezzi, Letti Sfatti mentre tanti altri nomi illustri, a partire da Fabrizio De André e Luciano Ligabue, con la loro presenza in qualità di ospiti hanno riconosciuto alla manifestazione un ruolo di primo piano.

Venerdì 10 novembre dalle ore 21 al The Cage Theatre, via del Vecchio Lazzeretto, 20 per la XXIII Edizione del Premio Ciampi la prima delle serate finali nel corso della quale si esibiranno quattro artisti segnalati tra i migliori nell’ambito del concorso nazionale.

Valerio Grutt è un poeta napoletano che vive a Bologna. Da qualche tempo ha sentito l’esigenza di dare musica alle sue parole con il progetto “La nave pirata”: storie che parlano di lotta all’indifferenza e di persone che rischiano la vita per aiutare gli altri.

I Calima arrivano dal Cilento e propongono ciò che loro stessi definiscono “folklore immaginario”. Il duo spazia fra jazz, elementi mediterranei e sperimentazione.

Lorenzo Marianelli, è un artista poliedrico in grado di spaziare fra blues, rock e folk. Da poco si è dedicato a scrivere canzoni a proprio nome mostrando una mano davvero felice nel fondere la frizzante ironia dei testi a melodie che accostano la canzone d’autore a una dimensione pop (nel senso nobile del termine) dagli eleganti tocchi retrò.

C’è dell’ironia, già a partire dalla ragione sociale, anche in Fabrizio Frigo and the Freezers. Il gruppo fiorentino ufficialmente interpreta le canzoni del misterioso “cantautore surrealista” Fabrizio Frigo e propone un suono dalle lontane reminiscenze cantautoriali che sposa intensità (alt)rock ad affascinanti intuizioni testuali. Tutto questo esaltato in performance dal vivo che si sono guadagnate recensioni entusiastiche.

Ingresso libero

 

Ultimo aggiornamento: 13/11/2017