Scoprire Livorno (e dintorni)

La Darsena nuova

La Darsena Nuova, o Darsena del Cantiere, racchiude lo specchio d’acqua di fronte agli Scali Novi Lena, nello storico quartiere di ...

[tutti gli articoli]

Interventi

Disagio giovanile, la lettera di un padre "Facciamo rete e non abbandoniamoci al dolore"

Proponiamo un intervento scritto dal papà di un adolescente all'indomani del tragico incidente che ha coinvolto un suo coetaneo diversi ...

[altri interventi]

Il vostro contributo

I dodici Babbi Natale

Racconto di Leonardo Gonnelli

Vigilia di Natale: sono imprigionato in uno di quegli scatoli di cemento ...

[Invia contributo] - [leggi tutti]

Comune Editore

Il Comune di Livorno pubblica vari volumi ordinati in:

Libri & Libri

“La Notte della rabbia” edito da Einaudi è il nuovo romanzo di Roberto Riccardi che ha preso corpo sia dalla esperienza sul campo professionale che dalle conoscenze approfondite nel tempo. La storia si snoda, ...

 

[Archivio]

CN Comune Notizie

CN - Comune Notizie N░ 88 - 2014

Si apre con un articolo di Gilda Vigoni dedicato alla Casa natale di


» Comune Notizie Catalogo

 

[Archivio]

 
26 settembre 2012 - Interventi

A scuola di musica... in fasce

La teoria gordoniana studia le modalità di apprendimento musicale del bambino a partire dall'età neonatale ed è fondata sul presupposto che la musica si possa apprendere secondo gli stessi processi del linguaggio parlato. (Foto: Elena Papini). La teoria gordoniana studia le modalità di apprendimento musicale del bambino a partire dall'età neonatale ed è fondata sul presupposto che la musica si possa apprendere secondo gli stessi processi del linguaggio parlato. (Foto: Elena Papini).

Giovanni ha quattro mesi e va al suo primo concerto. Come è possibile? Lo è, invece, e non è nemmeno una novità. Perchè lui, insieme a tanti altri bambini, partecipa alle Lezioni - Concerto Musicainfasce®, il consueto appuntamento del Settembre pedogogico del Comune di Livorno organizzate dal CIAF  "Edda Fagni" in collaborazione con la Scuola di Musica Amadeus (Scuola Associata AIGAM) destinate a bambini da 0 a 3 anni accompagnati dai genitori e a mamme in dolce attesa e giunto quest'anno alla sua settima edizione.

Piccolissimi, anche di pochi mesi, in una stanza vuota con le loro mamme e papà, seduti e scalzi che cantano per loro guidati dagli insegnanti e musicisti.
Brevi versi, lallazioni, movimenti, mani battute a terra, tanti sorrisi e tanti suoni. Mamme che dolcemente tamburellano sul pancione a scandire il ritmo e cercare i calcetti.
Musicisti un po' particolari a dire la verità: si muovono in giro per la stanza, si sdraiano con i bambini, pochissimi strumenti e uno d’elezione, la voce, con la quale creano svariate melodie, che a tratti rilassano, a tratti emozionano, comunque coinvolgono piccoli e grandi.
Patrocinate dalla FIMP (Federazione Italiana Medici Pediatri), dalla ASL 6 servizi consultoriali Livorno e dal progetto Nazionale "Nati per la Musica" promosso da SIEM (Società Italiana per l’ Educazione Musicale) ACP (Associazione Culturale Pediatri) CSB (Centro per la Salute del Bambino) , le Lezioni-concerto si ispirano alle teorie del professore americano Edwin Gordon, docente di musica all’università del Michigan.
La teoria gordoniana (Music Learning Theory) studia le modalità di apprendimento musicale del bambino a partire dall'età neonatale ed è fondata sul presupposto che la musica si possa apprendere secondo gli stessi processi del linguaggio parlato: nei primi anni di vita il bambino impara a parlare passando attraverso le fasi di ascolto, assorbimento e interazione con la lingua, immerso fin dal primo giorno di vita in un contesto che gli permette di interagire in autonomia con essa.

La musica, come il linguaggio parlato, ha bisogno di essere "sperimentata": questa teoria e la sua applicazione metodologica che gli insegnanti AIGAM (Associazione Italiana Gordon per l’Apprendimento Musicale) mettono in atto durante i corsi musicainfasce®, offre al bambino la possibilità di attuare spontanei tentativi di interazione attraverso vocalizzazioni di suoni e accenni ritmici , proprio come il bambino fa nel linguaggio parlato attraverso i balbettii e la lallazione.
Fondamentale la distinzione tra attitudine e rendimento musicale, che permette di rispettare ciascun bambino nei suoi tempi e nelle sue modalità di apprendimento e pone l'accento sull'importanza dell'ascolto e dell’assorbimento degli stimoli musicali di qualità prima ancora che sulla produzione immediata di piccoli saggi di competenza.
In un mondo ormai riempito di musica, di un tutto pieno di colori e immagini diventa fondamentale trovare uno spazio per l’ascolto condiviso. Un momento dove anche i genitori imparano ad ascoltare i silenzi e quel “non far niente” dei loro bambini, tanto prezioso per l’apprendimento. E’ infatti il silenzio, che segue lo stimolo musicale, il luogo in cui il bambino elabora quanto ascoltato e trova spazio per interagire con l’esperienza musicale.

Si può intuire quanto sia importante, per lo sviluppo delle potenzialità del bambino, vivere in un ambiente ricco di stimoli musicali fin dai suoi primi giorni di vita. A costituire un importante stimolo sono innanzitutto le esperienze di ascolto di musica suonata o cantata dal vivo ed è fondamentale anche la qualità degli ascolti e la condivisione degli stessi con gli adulti di riferimento.
Tante voci, tanto movimento e spazio da esplorare e far esplorare. Saltare rotolare, correre, gattonare, anche gli adulti si mettono in gioco ed aiutano i bambini a sviluppare un proprio vocabolario motorio legato all’ascolto, mettendolo in atto personalmente. Un corpo che ascolta, un ascolto motorio dove i bambini non si muovono sulla musica ma sembrano mossi dalla essa.
Alla fine della lezione si saluta la musica che "presto ricomincerà". La canzone finale l’unica con le parole viene ripetuta piu volte e anche quando tutto è finito, la musica resta nel silenzio della nostra mente. “Audiation” termine coniato da Gordon per definire quella capacità di comprendere il suono e la musica quando questa non è fisicamente presente o non lo è piu,. Infatti l'obiettivo di questo percorso educativo è proprio quello di sviluppare questa capacità che permetterà in seguito di avvicinarsi alla musica con maggior facilità e di essere un buon fruitore di musica.

Nessun intento intrattenitorio dunque ma, semmai, il tentativo di dare un'opportunità ai più piccoli di vivere l'ascolto della musica suonata dal vivo in modo autentico. 
 Ma l’iniziativa è dedicata anche alle donne in gravidanza ed ai futuri papà.
In un’atmosfera di piacevole rilassamento le partecipanti, comodamente sedute, sdraiate o sistemate come meglio desiderano, verranno guidate ad interagire attraverso il movimento e la voce con la musica eseguita dal vivo con voci e strumenti.
Un'occasione per arricchire il periodo della gravidanza di un’esperienza musicale fatta di ascolto, benessere e partecipazione condivisa.

In italia i corsi Musicainfasce® sono tenuti da più di 140 insegnanti associati AIGAM, unica associazione autorizzata dal prof. Gordon alla diffusione di questa teoria, e vengono svolti sia in asili Nido che presso scuole di musica con un numero di oltre 10000 bambini.
Il percorso prosegue, sempre con la Music Learning Theory, nei successivi anni con il corso di Sviluppo della musicalità® (3-5 anni) , alfabeto della musica® e music moves for piano® (dai 6 anni) fino e oltre l’avviamento allo strumento.
Le lezioni - concerto si svolgeranno sabato 6 ottobre, presso il CIAF "Edda Fagni" in via caduti del Lavoro 26, con orario:  16.00, 17.00 e 18.00
L'iniziativa è gratuita ma è necessaria la prenotazione, da fare presso la segreteria della scuola Amadeus 0586 1836122


Elena Papini
(Direttrice della scuola AMADEUS di Livorno, Associata AIGAM e insegnante didatta AIGAM)